EXTRA LAZIO – Materazzi contro tutti, “Ibrahimovic..”

EXTRA LAZIO – Materazzi contro tutti, “Ibrahimovic..”

PARIGI – Zidane non si è mai scusato per la celebre testata durante la finalissima tra Italia e Francia nei Mondiali di calcio di Germania 2006. In una lunga intervista al settimanale francese, France Football, l’ex azzurro, Marco Materazzi afferma: «Non mi sembra» che Zidane si sia mai scusato. «Ma…

PARIGI – Zidane non si è mai scusato per la celebre testata durante la finalissima tra Italia e Francia nei Mondiali di calcio di Germania 2006. In una lunga intervista al settimanale francese, France Football, l’ex azzurro, Marco Materazzi afferma: «Non mi sembra» che Zidane si sia mai scusato. «Ma non voglio fare polemiche – aggiunge – Per fare la pace, si sono mosse persone come Kofi Annan e Nelson Mandela. Se gente così non ci è riuscita, non è colpa mia. Le Nazioni Unite mi avevano chiamato. Volevano fare qualcosa. Avevano previsto di organizzare una campagna. Mi è stato chiesto di fare delle foto e ho pensato che la stessa cosa fosse stata chiesta a Zidane, ma in modo separato. Poi, avrebbero messo insieme le foto. Io ero d’accordo, con l’unica condizione di fare le foto con Zidane. Proprio perchè non ho nulla da nascondere, proprio perchè non ho problemi a guardare Zidane in faccia».
Il giornalista di France Football torna quindi sulla stretta di mano che i due giocatori si sono dati nel novembre 2010, nel parcheggio di un albergo a Milano. «Quando gli ho stretto la mano – dice Materazzi – sapevo che era lui. Ma lui pensava di aver stretto la mano a un tifoso. Ha perso l’occasione di mettere fine a questa storia e di far bella figura. Per la gente, rispetto a questa storia della testata, io sono il cattivo. Se Zidane avesse riconosciuto di avermi stretto la mano sapendo che ero io, tutti avrebbero detto: ‘Zidane è un signore perché ha stretto la mano a quella merda…’. Ma ha perso un’occasione».

“IBRA INSULTAVA I COMPAGNI”
Marco Materazzi critica anche Zlatan Ibrahimovic, con cui ha militato per tre stagioni all’Inter (2006-2009). L’ex azzurro non risparmia l’attuale stella del Paris Saint-Germain. Alla domanda sul perche, dopo un idillio, iniziale, i rapporti fossero peggiorati, Materazzi risponde: «Non so….dovreste chiederglielo. Quando è arrivato all’Inter, la nostra relazione era buona, ma poi tutto è cambiato. Non tutti i calciatori sono come lui. Ma quando un compagno di squadra è in difficoltà, lo dobbiamo aiutare, e non massacrarlo. Questo – prosegue Materazzi – è il suo grande difetto, una squadra non è soltanto un giocatore. E forse questo è il motivo per cui non è mai riuscito a diventare Messi o Ronaldo».
Insomma, per Materazzi, che Ibra «sia un fenomeno, uno dei cinque più grandi calciatori al mondo, è fuori discussione. È uno dei più grandi calciatori con cui abbia mai giocato. Ma si è davvero grandi quando ci si mette anche a disposizione del gruppo». Alla domanda se avesse mai visto Ibra insultare i suoi compagni di squadra, Materazzi risponde: «Spesso. Succedeva costantemente. Vuole sempre vincere. Per lui, le cose sono talmente facili che non ammette che gli altri facciano degli errori. Ma non può essere così». E poi «non è mai colpa sua», conclude Materazzi.

Fonte: Leggo.it



0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy