ZEMAN IL MARZIANO, AMEN!

ZEMAN IL MARZIANO, AMEN!

E quando ti illudevi ormai, di essere a riparo da atre balordaggini o macroscopie idiozie, quando pensavi di aver letto e visto tutto, solo allora capisci che al “peggio non c’è mai fine”. Diceva bene un vecchio saggio “i detti non sbagliano mai”.. E’ la storia del nuovo marziano, più…

E quando ti illudevi ormai, di essere a riparo da atre balordaggini o macroscopie idiozie, quando pensavi di aver letto e visto tutto, solo allora capisci che al “peggio non c’è mai fine”. Diceva bene un vecchio saggio  “i detti non sbagliano mai”..  

E’ la storia del nuovo marziano, più comunemente conosciuto come Zdenek Zeman, anzi no, lo spelling mi sembra d’obbligo : Z-D-E-N-E-K  Z-E-M-A-N, detto anche “IL MAGNIFICO”.  A proposito, chi di voi non ha ancora il video uscito qualche giorno fa in edicola e intitolato: UN MARZIANO A ROMA?“… No… non mi dire, Non mi dire che anche tu fai parte di quei 3 mln di romani che alle 07:15 di mattina non ha più trovato nell’edicola di fiducia, dal giornalaio con cui ti eri tanto raccomandato il giorno prima e sul quale facevi tanto affidamento, l’ultima copia di quel video dedicato al marziano di Trigoria???? COME VI CAPISCO, ANCHE IO FACCIO PARTE DI QUESTA COSPICUA CERCHIA…

Come dimenticare inoltre, quando un timido Petkovic ai microfoni di un’importante emittente televisiva, attendeva la domanda tecnica dallo studio che poi non è arrivata visto e considerato che, dall’altra parte dello schermo appariva lui, con la sua aura celeste quasi a richiamare la figuria misericordiosa di Padre Pio. C’era lui, perchè mai concludere l’intervista al neo allenatore della Lazio? meglio liquidarlo in fretta e in furia: “è della Lazio, infondo capirà…”

E poi ancora: “La ROMANAZIONALE di Zeman“, la chiamava così, oggi, una trasmissione sportiva. E dato che non vogliamo farci mancare nulla, risalendo al giornale di qualche giorno fa, addirittura sulla pagina dedicata ai MOTORI, ripeto MOTORI, si poteva leggere: “ALONSO CORRE COME ZEMAN….”Ora che ci ripenso, nella rimonta dello spagnolo nel gran premio di Monza, in quella impressionante gara del ferrarista che dalla 10 posizione è riuscito ad agguantare il podio, lo devo ammettere, c’ho visto molto di Zeman. Chi di voi non ha pensato seguando la gara “ALONSO COME ZEMAN” ? Già….

Ma dove stiamo andando? E adesso dato che “al peggio non c’è mai fine”, mi aspetto che quest’uomo venga beatificato. Presso nei santuari sarà possibile ammirare la statua di questa divinità o marziano se preferite. Nel frattempo ci auguriamo che qualcuno drizzi le orecchie e si accorga che questa “VIOLENZA MEDIATICA” non conferirà il tricolore alla Roma, o quantomeno ce lo auguriamo…

Ramona Marconi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy