ANSIA BIGLIA – Dalla Selecciòn al mercato: quante paure per il nostro Principito!

ANSIA BIGLIA – Dalla Selecciòn al mercato: quante paure per il nostro Principito!

Dal suo ritorno, solo vittorie e finalmente anche il gioco. Straordinari per Biglia, dopo tre match di seguito: “La cosa più importante è che mi sento di nuovo bene e che nelle ultime tre partite ho ritrovato il ritmo gara”. Pioli incrocia le dita. Perché la Lazio è nulla senza Lucas. Che sarà l’ultimo dei Lazionali a tornare (con un volo intercontinentale) a Formello a tre giorni dal match del 18 ottobre col Sassuolo

Commenta per primo!
Argentina

ROMA – Dal suo ritorno, solo vittorie e finalmente anche il gioco. Straordinari per Biglia, dopo tre match di seguito: “La cosa più importante è che mi sento di nuovo bene e che nelle ultime tre partite ho ritrovato il ritmo gara”.  Alla faccia del ritmo: 62 passaggi su 81 centrati, 10 palle recuperate, 4 anticipi e 5 occasioni create, soltanto contro il Frosinone. Insomma, il top in ogni parte del campo appena tornato dopo oltre un mese di stop. Ecco perché Pioli incrocia le dita. Perché la Lazio è nulla senza Lucas. Che sarà l’ultimo dei Lazionali a tornare (con un volo intercontinentale) a Formello a tre giorni dal match del 18 ottobre col Sassuolo.

ANSIA SELECCION – Intanto la sua Selección affronterà venerdì a Buenos Aires l’Ecuador nel primo match di qualificazioni ai Mondiali del 2018: “Vogliamo lasciarci alle spalle le finali perse in Coppa America e al Mondiale, ci sono servite come esperienze. Ma adesso vogliamo prenderci la rivincita”. Mancherà Messi, ma Biglia ormai fa pure il goleador: 2 centri in biancocelesti nelle ultime tre sfide, è il capocannoniere della Lazio.

RINNOVO O ADDIO – Le gesta di questo campione in ascesa continuano a incantare mezza Europa. Lotito vuole blindarlo con il rinnovo a 2,2 milioni a stagione, ma al momento continua a slittare l’incontro. Perché? L’agente Montepaone mira da tempo a ottenere un sostanzioso adeguamento, ma per Biglia non esiste alcun problema economico. Non è questo che deve spaventare la Lazio, quanto piuttosto la voglia del Principito – a 30 anni – di poter lottare per vincere qualcosa d’importante in carriera. Il Valencia continua a spingere più di tutti da anni, Lucas ha rifiutato l’Arsenal. Preferirebbe la Liga (ma il Real) alla Premier. Se però dovesse chiamare il Manchester United…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy