• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Caso Kessié-Bakayoko, le reazioni del mondo Lazio

Caso Kessié-Bakayoko, le reazioni del mondo Lazio

Ecco le reazioni di alcuni ex giocatori biancocelesti allo sgradevole episodio di Milan-Lazio

di redazionecittaceleste

ROMA – E’ passata oltre una settimana dai fatti di MilanLazio. Sono state molteplici le polemiche scaturite dopo il gesto di Bakayoko e Kessié al termine della gara ai danni di Acerbi.

 

Nei giorni scorsi Cittaceleste.it ha raccolto diverse opinioni in merito alla questione. C’è chi avrebbe preferito una sanzione maggiore per i due calciatori rossoneri, mentre chi invece si è professato d’accordo alla scelta di chiudere senza pesanti squalifiche. In attesa della decisione della Procura Federale ecco riportati i pensieri del mondo Lazio e non solo.

LE REAZIONI AL GESTO DI KESSIE’ E BAKAYOKO

Completamente contro il gesto dei due giocatori si è professato Gabriele Podavini. Ecco le sue parole: “Se lo hanno fatto di proposito è da condannare. Il ds del Milan dovrebbe intervenire severamente nei loro confronti. Mi fa ridere che i due calciatori abbiano chiesto scusa dopo oltre un’ora dalla fine del match”. Severo anche l’ex Inter Fulvio Collovati: “Quella di Bakayoko e Kessié è stata una scena triste, vergognosa e si è cercato di mediare con comunicati sbagliati. Dico basta con queste sceneggiate, ne paga lo spettacolo. Andavano prese delle direttive diverse, dei provvedimenti diversi”.

Più tendenti all’armistizio invece Giancarlo Camolese e Christian Manfredini. Il primo si è immedesimato sullo stato d’animo di un calciatore a fine gara, facendo un salto nel passato quando ci si è trovato lui in situazioni simili, e si è espresso così: “Da ex calciatore so anche che quando sei lì e c’è una posta in palio molto alta, saltano i nervi e fai cose di cui ti penti il giorno dopo. Giusto che in gara ci sia agonismo, ma alla fine bisogna avere la forza di darsi la mano e tornare negli spogliatoi”. Manfredini invece l’ha vista più come una goliardata: “E’ stata una goliardata, ma da qui ad arrivare a punirli a livello sportivo non lo so. Forse è meglio finirla così. Secondo me volevano fare più un semplice sfottò che altro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy