Le cessioni per rinnovare la Lazio: così si tornerà grandi?

Le cessioni per rinnovare la Lazio: così si tornerà grandi?

La dirigenza biancoceleste vuole tornare ai vertici del calcio italiano, con una strategia che ha nel rinnovamento la sua chiave

di Simone Cesarei

ROMA- Il 2000 sembra lontano anni luce. Quella squadra con cosi tanti campioni, quella squadra che camminò sul tetto del mondo, che portò la Lazio dove merita di essere, ora sembra soltanto una leggenda, una storia della buonanotte da raccontare sottovoce, trattenendo le lacrime. Il cambio di proprietà, i fallimenti, i successi: il popolo laziale ne ha passate tante in questi anni, una giostra di emozioni infinita che ambisce ad una stabilità di risultati che in queste stagioni è stato impossibile raggiungere. Sono tanti infatti gli sbagli compiuti dalla società in sede di mercato dopo un’ottima stagione, l’arroganza di non considerare la squadra bisognosa di acquisti ha quasi sempre portato la Lazio a fallire quel salto di qualità necessario per tornare grande.

Quest’anno però, qualcosa potrebbe essere cambiato. La simbiosi che si è creata nell’ambiente Lazio, quel patto non detto tra società, tifosi e tecnico per il bene della squadra fa pensare che la prossima stagione possa decisiva per far tingere nuovamente l’Europa di biancoceleste. In questo senso però la politica che la proprietà sta seguendo riguardo i propri migliori giocatori potrebbe lasciare turbati. Notizia recente è di una super offerta del Milan per Keita e Biglia, che la società non ha rifiutato sul nascere, ma che ha accettato di negoziare, mettendo in bilico di fatto due tra i giocatori che sono stati artefici della grande annata biancoceleste. Nonostante siano ben note le perplessità dei due, soprattutto del senegalese, di rimanere a Roma anche nella prossima stagione, è strano vedere una società che punta a tornare grande non fare di tutto per cercare di trattenerli. Nonostante sembri lontana in questo momento la possibilità che il capitano lasci la Lazio, la posizione di Keita non riesce a far dormire tranquilli i tifosi biancocelesti, consci della sua intenzione di volare verso lidi più ambiziosi. Ma cosa può esserci di più ambizioso di una società che dalle ceneri vuole tornare a competere in Europa dopo anni di anonimato?

RINNOVARE

keita-immobile

Questo è il diktat del mercato biancoceleste: rinnovare. Alla Lazio devono rimanere solo i giocatori pienamente convinti dal progetto laziale, giocatori pronti a tutto per riportare la squadra ai vertici d’Europa. In questo senso può essere vista l’intenzione della dirigenza di non fare i salti mortali per cercare di trattenere i vari Biglia, De Vrij e Keita nel caso in cui decidano di andare via. Nonostante siano giocatori importanti e imprescindibili in questo momento, le loro cessioni possono dare nuova linfa ad una squadra che ha bisogno di fame e sudore per arrivare dove vuole essere. Purtroppo la Lazio non è ancora nelle condizioni di fare un mercato importante senza rinunciare a qualche cessione illustre, e in questo senso i 55 milioni chiesti al Milan per Biglia e Keita potrebbero portare a Roma giocatori di livello internazionale, che non solo alzerebbero il livello di una rosa già competitiva, ma non farebbero sentire la mancanza di quei big che hanno preferito partire piuttosto che raggiungere gioie e soddisfazioni con la maglia biancoceleste. In questi giorni si stanno rincorrendo voci di mercato che vorrebbero sempre più giocatori, provenienti da tutta Europa e non solo, nel mirino del ds Tare. La verità è che, a prescindere dai nomi e dal curriculum, ciò che importa davvero alla dirigenza è avere giocatori che vedano la Lazio come un punto d’arrivo, e non come una meta necessaria prima di approdare in un top club. Con questa convinzione e continuando a sforzarsi per onorare una maglia che vuole tornare alla gloria degli anni passati si potrà tornare a camminare sul tetto d’Europa, proprio come nel 2000. Intanto spunta un nuovo nome per l’attacco: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy