Come cambierebbe la Lazio con Gonzalo Rodriguez

Come cambierebbe la Lazio con Gonzalo Rodriguez

Il centrale argentino avrebbe già firmato con la Lazio: ecco come cambierebbero i biancocelesti con il suo arrivo in squadra

di Leonardo Mazzeo

ROMA – Trentatré anni, un metro e ottantadue centimetri e tanta, tanta esperienza. Sembra essere questo il primo colpo della Lazio per la stagione 2017-2018. Dopo il mancato rinnovo con la Fiorentina e l’addio alla maglia viola, Gonzalo si prepara per una nuova avventura. Alla Lazio potrebbe trovare l’ambiente giusto per rilanciarsi, dopo un’annata così e così, sulla quale sicuramente avrà influito il rapporto con la società. E la Lazio, in lui, potrebbe trovare il rinforzo giusto.

ESPERIENZA

Lo abbiamo già detto, lo ripetiamo: questo è sicuramente il miglior apporto di un difensore della sua caratura. E’ sulla scena internazionale ormai da diversi anni, si è fatto conoscere prima in Spagna, poi in Italia. Ormai ha acquisito una sicurezza tale che gli permette anche di sopperire alle lacune fisiche che, con l’avanzare degli anni, non lasciano scampo a nessuno. Per questo potrebbe essere il centrale perfetto da affiancare a de Vrij, che si è sempre dovuto comportare da esperto del reparto, pur essendo ancora giovane. Anche de Vrij, quindi, potrebbe beneficiarne.

De Vrij-Lazio

CARISMA

Capitano al Villareal, capitano alla Fiorentina: non può essere un caso. Il centrale argentino ha combattuto tante battaglie con la fascia sa braccio, esponendosi sempre in prima persona. In una Lazio che potrebbe ritrovarsi a settembre priva di Biglia, compensare la personalità di un argentino con la personalità di un altro argentino, che di fasce in carriera ne ha portate, non è da poco. Ci vuole anche questo per costruire una squadra vincente: personalità. Gonzalo rischia la giocata, prova l’anticipo, azzarda un lancio. E anche per l’Europa League un innesto del genere potrebbe essere fondamentale. I giovani in casa Lazio, poi, avrebbero un compagno in più da prendere come esempio.

DUTTILITA’

Altro fattore che, negli anni, ha reso Gonzalo un difensore di prima fascia. Nella Fiorentina ha giocato sia nella difesa a quattro che nella difesa a tre. Questo è un requisito fondamentale per i centrali di Inzaghi: la capacità di adattamento, di partita in partita. Mister Inzaghi vedrebbe quindi l’innesto in rosa di una pedina fondamentale, adattabile a diversi ruoli in difesa e capace di svolgerli tutti al meglio. Per rispondere alla domanda, quindi, possiamo dire che la Lazio, con Gonzalo Rodriguez, non cambierebbe forma, ma sostanza. La difesa ne acquisterebbe in solidità, e la squadra beneficerebbe della voce e della presenza in campo di un difensore esperto, pronto e carismatico. Il centrale argentino, stando alle indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, avrebbe già firmato: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

12

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy