Cucchi: “Inzaghi diventerà uno dei migliori. Juve, attenta a questa Lazio!”

Cucchi: “Inzaghi diventerà uno dei migliori. Juve, attenta a questa Lazio!”

Riccardo Cucchi, in due interviste differenti, ha detto la sua su Lazio-Fiorentina, sulla finale di Coppa Italia e infine ha rievocato un vecchio ricordo

ROMA – Doppia intervista, quest’oggi, per Riccardo Cucchi, celebre radiocronista che, dopo essere andato in pensione, ha confessato di tifare Lazio. Cucchi, ai microfoni di Violanews.com, ha parlato in vista di Fiorentina-Lazio: “Non mi aspettavo che la Lazio potesse conquistare la finale di Coppa Italia e la qualificazione europea con così largo anticipo. Penso che sia da considerare la squadra rivelazione della Serie A insieme all’Atalanta. Al contrario mi aspettavo una Fiorentina più competitiva, viste le ambizioni e la qualità dell’organico a disposizione di Sousa che stimo. Da un lato ci sarà una formazione molto galvanizzata, la Lazio, dall’altro una molto delusa, la Fiorentina, che cercherà di scendere in campo con le giuste motivazioni per chiudere bene il campionato”. Poi su Inzaghi, che a luglio era destinato alla panchina della Salernitana: “Sono le cose strane del calcio. Inzaghi era destinato altrove, mentre la Lazio aveva puntato su Bielsa. Lotito ha poi ripiegato su Inzaghi scoprendo di avere in casa un tecnico di valore. Inzaghi sta crescendo e lo sta facendo abbastanza in fretta. E’ giovane, ha bisogno di maturare ancora, ma le premesse sono buone. Penso che si rivelerà presto uno dei migliori allenatori della Serie A e che sarà ambito dalle migliori squadre. E’ pignolo ed è riuscito a creare un gruppo. La squadra gioca con allegria e umiltà che è un’altra caratteristica di Inzaghi”.

Su Vecchiasignora.com, invece, ha commentato così la sfida che vedrà affrontarsi Juventus e Lazio all’Olimpico il 17 maggio: “Innanzitutto va detto che per la Lazio e per i suoi tifosi è un onore giocare questa finale contro la Juventus. E’ evidente il divario tecnico tra le due formazioni, così come è evidente il grande campionato che Simone Inzaghi e i suoi ragazzi stanno portando a termine. La Lazio potrà provare a sfruttare maggiormente il fattore campo, ma la Juve è favorita, anche se si troverà di fronte un allenatore che sa leggere le partite e che le prepara con grande attenzione e pragmatismo. Quello che mi auguro è che possa essere una serata di grande festa, so che c’è amicizia tra i tifosi della Lazio e quelli della Juventus e sono certo che vedremo una bella partita”.

Poi, un commento sulla vittoria della Lazio sull’Inter del 5 maggio 2002: “È stata una giornata particolare, una di quelle che solo il calcio, lo sport più bello del mondo, può regalare. In molti pensavamo che le cose sarebbero potute andare in un altro modo. Non ci aspettavamo una Lazio così forte e motivata, così come non ci aspettavamo un’Inter sulle ginocchia, era molto affaticata. Cedette difronte a una Lazio che giocò una partita vera, provando da subito a vincere. Ricordo ancora lo stupore dei giocatori dell’Inter“.

A proposito di ricordi, esattamente quarantatré anni fa succedeva questo: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy