DERBY – Pioli si gioca subito la panchina contro il suo doppio tabù

DERBY – Pioli si gioca subito la panchina contro il suo doppio tabù

Il tecnico biancoceleste ha vinto una sola volta con la Roma a Bologna nel 2012. Peggio ha fatto con Spalletti: 3 ko e un pari

ROMA – A fine stagione la Lazio cambierà allenatore. O forse succederà prima? In pochi considerano il fatto che già questo derby potrebbe essere l’ultimo per Pioli. Nell’ultimo confronto a Formello, prima del Milan, Lotito era stato molto chiaro: la sfida contro la Roma a questo punto rappresenta l’ultimo orgoglio stagionale, guai a fallirlo malamente. Con un nuovo capitombolo pesante nella stracittadina Stefano da Parma potrebbe fare le valigie prima del previsto. Non poteva esserci partita peggiore fra l’altro per Pioli per rimanere aggrappato alla Lazio. Chissà se nei giorni di sosta il tecnico ha mai pensato alla doppia maledizione che si troverà ad affrontare domenica pomeriggio. Proprio nella gara più sentita, l’unica che abbia ancora un senso nella stagione anonima della sua Lazio.

TABU’ – Pioli con i giallorossi ha vinto una volta sola, con il Bologna nel 2012, e perso in 8 occasioni. Consapevole che il pronostico pende verso la terza in classifica, Stefano ha solo da guadagnarci, si fa per dire. Sapendo quanto poco aiuti partire favoriti, Spalletti ha dipinto un ritratto entusiasmante del rivale: “Pioli è il collega che stimo più di tutti e che non può essere giudicato per una gara storta”, diceva subito dopo il ko laziale con lo Sparta Praga. Mossa strategica di un Luciano che sarà pure tornato dopo 6 anni, ma di queste gare ne ha già vissute otto. Tre vittorie, tra cui quella del record degli 11 successi consecutivi nel 2006. Ma altrettanti ko, l’ultimo nel sabato di Pasqua del 2009, goleada laziale in cui finì pure per litigare con Tare all’intervallo (e poi in diretta tv). Ma proprio Spalletti è il secondo tabù di Pioli. Si sono incrociati poco i due, ma contro il collega romanista l’allenatore laziale non è riuscito a vincere mai: 4 incontri, tutti nel 2006-2007, un pareggio e un ko in coppa Italia, 2 sconfitte in campionato, l’ultima amara al punto da costargli l’esonero dal Parma. Una maledizione, appunto. Perché ora questo derby potrebbe costargli la cacciata anticipata da Formello. Lo schiaffo più duro per chi andrà comunque via a giugno e un anno fa era considerato l’allenatore dei miracoli. Se Pioli dovesse essere esonerato subito, ecco chi subentrerebbe: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy