• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

ESCLUSIVA – Fascetti: “Inzaghi? Va via. Si è rotto qualcosa…”

ESCLUSIVA – Fascetti: “Inzaghi? Va via. Si è rotto qualcosa…”

In casa Lazio continua a tenere banco la stazione legata a Inzaghi. Le parti prendono tempo in attesa che avvenga l’incontro decisivo, il summit che definisca, una volta per tutte, se il matrimonio tra Lazio e Inzaghi continuerà. Ne abbiamo parlato – in esclusiva – con Eugenio Fascetti, ex allenatore di calcio ed ex centrocampista biancoceleste

di redazionecittaceleste
Fascetti

Di RAMONA MARCONI

ROMA – In casa Lazio continua a tenere banco la stazione legata a Inzaghi. Le parti prendono tempo in attesa che avvenga l’incontro decisivo, il summit che definisca, una volta per tutte, se il matrimonio tra Lazio e Inzaghi continuerà. Ne abbiamo parlato – in esclusiva – con Eugenio Fascetti, ex allenatore di calcio ed ex centrocampista biancoceleste.

Situazione Inzaghi congelata fino al prossimo incontro: che idea ti stai facendo?


Va Via. Per me Inzaghi va via. Si è rotto qualcosa, è evidente. La Lazio, molto probabilmente, cambierà allenatore. Ormai manca il feeling che c’era una volta, inutile tentare di negarlo. Dispiace.

Chi può prendere la sua eredità?

Non saprei rispondere. I nomi che circolano non sono male, ma io terrei Inzaghi. Roma è un ambiente non facile da allenare. Sarà impresa abbastanza ardua trovare il degno successore di Inzaghi. Simone fa gola a molti top club: forse non ha l’esperienza in Champions, ma ha allenato tre anni a Roma e questa cosa non possono farla tutti.

La Lazio potrebbe cambiare la sua ossatura. Potrebbero esserci tante partenze, come Milinkovic…

Io Milinkovic lo avrei mandato via lo scorso anno. Ma sia chiaro, una squadra che vuole fare grandi cose non può e non deve priivarsi di Milinkovic Savic, anzi, ne dovrebbe comprare altri di Savic. Ma bisogna capire con quale testa Milinkovic vuole restare. Non può permettersi di giocare come l’anno appena trascorso. Quindi, occorre parlare con il giocatore e capire se ha ancora i giusti stimoli per rimanere, altrimenti bisogna mandarlo via.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy