FOCUS – Lazio e il talismano Rossi

FOCUS – Lazio e il talismano Rossi

Rossi, al cuor non si comanda: ultimo successo con la Lazio nel 2010

Commenta per primo!
delio rossi

ROMA –  Lazio e il talismano Rossi. Trema ancora il palo colpito da Melchiorri al novantesimo minuto dello spareggio promozione tra Bologna e Pescara. Comincia da qui il ritorno in serie A della squadra rossoblu dopo un solo anno di purgatario nel campionato cadetto.

GIOVANE – Delio Rossi può contare su una rosa molto giovane, l’età media è di 25,9 anni. In dfesa, nella passata stagione si è distinto Oikonomou, centrale greco di piede mancino, che aveva attratto gli interessi di diversi club della serie A. Contro la Lazio mancherà l’esperienza di Gastaldello, ma il greco garantisce lo stesso una buona tenuta. A centrocampo Brighi può portare quell’esperienza giusta e, insieme a Mattia Destro, vedranno la sfida come una sorta di derby vendo trascorso parte della loro carriera con la maglia giallorossa. L’attaccante di Ascoli Piceno è certamente il fiore all’occhiello della campagna acquisti rossoblù targata Pantaleo Corvino, vecchia volpe del mercato nostrano la cui ultima apparizione risale ai tempi della Fiorentina di Prandelli.

TALISMANO – C’è però il precedente di Delio Rossi che quando vede la sua ex squadra quasi si commuove: con la Sampdoria ha regalato sei punti alla Lazio, 2 a 0 all’Olimpico e sconfitta interna a Marassi per 0 a 1. Una sconfitta anche quando era sulla panchina della Fiorentina per 1 a 0. L’ultimo successo contro i biancocelesti risale al 21 febbraio 2010, il Palermo del tecnico riminese batte la Lazio per 3 a 1.

lazio,cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy