Gomez: “La Lazio era l’unica squadra veramente interessata a me”

Gomez: “La Lazio era l’unica squadra veramente interessata a me”

Ecco le sue dichiarazioni

ROMA – Alla fine, . L’idolo dei tifosi dell’Atalanta, dal ritiro nerazzurro, ha rilasciato alcune dichiarazioni, come riportato da Gianlucadimarzio.com: “L’estate è andata bene, è la prima volta che non sono tornato in Argentina ma ci voleva solo mare e relax con la famiglia. Preferivo tornare subito dopo la Nazionale. Le voci? Il calciomercato è così, anche io leggo i giornali. Nel mio cuore e nella mia testa però la prima scelta è sempre stata l’Atalanta. Richieste? Abbiamo parlato con la Lazio, l’unica che veramente si è interessata a me. Ma io ho fatto una promessa ai tifosi, non potevo lasciare la squadra se non per una che gioca la Champions. Io qui sto molto bene. I tifosi aspettavano la mia firma? Vedevo un po’ di ansia intorno, ma sono sempre stato tranquillo perché sapevo di poter firmare il rinnovo. A me non piace molto pensare a rapporti a lungo termine, preferisco pensare solo all’anno prossimo. Ora mi godo questo anno importantissimo da giocare, per la città e per la società, preferisco pensare al presente.

Ci sono tanti motivi per cui sono rimasto, ovviamente ringrazio l’Atalanta perché mi hanno portato qui in un momento difficile della mia carriera, mi hanno aspettato quando avevo problemi fisici e questo non posso dimenticarlo. Sono arrivate richieste anche dall’estero, anche Cina e MLS, ma non è il momento, devo restare qui con la testa anche perché c’è il Mondiale. Ti danno una barca di soldi, ma non mi interessa. La Nazionale? Esperienza unica, ho sempre cercato di migliorare giocando con grandi campioni. Fare gol è stato bello, anche se non contro una grande squadra. Messi? Gli piace Bergamo, magari può venire (ride, ndr).

papu-gomez-atalanta

La prossima stagione? È tutto ancora da fare ovviamente, con tanti ragazzi che devono imparare la lingua e il gioco di Gasperini. Ci vorrà qualche mese, è normale, l’inserimento non è facile. Siamo un bel gruppo, giovane, ci aspetta un anno tosto con tante partite e tutti devono essere pronti. Palomino? Lo conosco perché ha giocato nel San Lorenzo, siamo stati un annetto insieme. Non lo vedo da tanto tempo, ma se l’Atalanta lo ha preso è perché è forte. Petagna? Sono contento che arrivi, ci sentiamo sempre, non vediamo l’ora di ricominciare ad allenarci. È carico. Petagna-Gomez-Ilicic? Non so quante squadre in Italia possano permettersi un mercato così. Il silenzio degli ultimi mesi? Sono stato onesto, l’ho sempre detto: se non fosse arrivata una squadra che gioca la Champions sarei rimasto. In questo ambiente sporco che è il calcio, io sono sempre stato chiaro perché giocare la Champions è il mio sogno. Se non va così resto all’Atalanta e così è stato. De Roon? Abbiamo parlato, gli ho raccontato. Lui vuole tornare a Bergamo, ha una voglia matta, non vuole nessun’altra squadra. Sarebbe un gran colpo”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy