• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Inter-Lazio, Amadeus: “Non obbligatorio il rientro di Icardi. Immobile è fortissimo”

Inter-Lazio, Amadeus: “Non obbligatorio il rientro di Icardi. Immobile è fortissimo”

Ecco le parole del presentatore Amadeus su Inter-Lazio e un breve ricordo sul suo ex collega Fabrizio Frizzi

di redazionecittaceleste

ROMA – Si avvicina InterLazio. Sarà una sfida molto importante in ottica quarto posto, soprattutto per i biancocelesti.

 

 

eccezzzionale

Sulla delicata partita di San Siro ha detto la sua il presentatore tv Amadeus, noto tifoso nerazzurro. Ecco le sue parole per Lazio Style Channel: “Inter-Lazio non è una partita qualunque, purtroppo ricordo con dispiacere quel 5 maggio 2002, neppure mi veniva in mente dove avessi parcheggiato la macchina al termine della gara. Pensate quanto fossi tramortito dall’esito finale del match, menomale che non si affrontano a maggio dove succede sempre di tutto. Degli interisti ex laziali sono molto affezionato a Stankovic, anche Veron mi piaceva tanto, per non parlare di Simeone. Ho sempre ammirato la squadra biancoceleste perché ha scovato spesso degli ottimi calciatori. Vincere i derby è fondamentale, soprattutto dal punto di vista psicologico, non credevo nella vittoria dell’Inter contro il Milan. La stracittadina però è una partita a sé che porta ad una spinta emotiva eccezionale se viene vinta”.

E continua: “Per la corsa Champions vedremo cosa succederà nel match di domenica a San Siro, il pareggio a mio parere non serve a nessuno. I nerazzurri non hanno bisogno di Icardi attualmente, non lo si può inserire domenica in una gara importante come quella con i biancocelesti, nemmeno per rispetto di chi ha trainato la squadra in questo mese e mezzo, più avanti si vedrà. Il reinserimento dell’argentino è un’opzione, non un obbligo. Lautaro Martinez è un calciatore molto forte, non ha fatto rimpiangere Icardi. Immobile è fortissimo. La Lazio valorizza il centravanti in maniera assoluta, l’attaccante biancoceleste è all’interno di un meccanismo oliato e perfetto in cui si trova perfettamente. In Nazionale è diverso, quello che vuole Mancini non è uguale rispetto a ciò che chiede Inzaghi”. Infine su Frizzi: “Con Fabrizio era facile parlare di tutto, era il compagno di armadietto ideale, aveva sempre una battuta ed il sorriso pronto per te. Questo è il pensiero più bello e quello che amo ricordare di lui. Con Fabrizio mi sono sempre divertito molto, era una persona eccezionale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy