LA CENA – Tutti a tavola e in pista con Mauri. E un brindisi alla Lazio con 5 bottiglie di Dom Pérignon!

LA CENA – Tutti a tavola e in pista con Mauri. E un brindisi alla Lazio con 5 bottiglie di Dom Pérignon!

Allo Shari Vari, a Torre di Largo Argentina, riunione di squadra andata in scena ieri sera: fra brindisi e battute, un modo per ritrovarsi tutti insieme dopo la sosta e caricarsi fra i sorrisi per la prossima trasferta di Sassuolo.

Commenta per primo!
cambio,Lazio,Mauri,Gentiletti

ROMA – Tutti a cena con Mauri allo Shari Vari, a Torre di Largo Argentina. Riunione di squadra andata in scena ieri sera, in uno dei ristoranti/discoteche più glamour della capitale. Fra brindisi e battute, un modo per ritrovarsi tutti insieme dopo la sosta e caricarsi fra i sorrisi per la prossima trasferta di Sassuolo, anche nella pista da ballo sino a tarda notte: scatenati in particolare Marchetti, Matri, Parolo e Konko. Aveva prenotato per 25/30 persone l’ex capitano biancoceleste, ovviamente si è fatto carico del conto. Senz’altro salato con 5 bottiglie di Dom Perignon al tavolo per far festa.

LA SUGGESTIONE – Adesso Stefano cercherà di mettersi sulle spalle la Lazio. Fra un infortunio e l’altro, potrebbe essere arrivato davvero il suo momento. Raddrizzata la schiena, Mauri guarda dritto a un posto da titolare. Ha parlato tanto con mister Pioli in questi giorni, anche senza fascia vuole tornare decisivo. Il tecnico oggi pomeriggio lo ha testato anche come vice-Biglia. Non fatevi illudere dalle apparenze: è solo una soluzione d’emergenza a gara in corsa. In quel ruolo rimane strafavorito Cataldi con Onazi, sia nel 4-2-3-1 che nel 4-3-3: oggi pomeriggio risparmiati dalla partitella i Nazionali, oltre Gentiletti e Keita. Domani è un altro giorno, il pranzo sarà servito a Formello.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy