• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, Acerbi primo gol con la Lazio, la zampata del leone

Lazio, Acerbi primo gol con la Lazio, la zampata del leone

Prima rete in maglia biancoceleste per il difensore ex Sassuolo Francesco Acerbi, che rimedia all’errore commesso contro il Genoa, aprendo le marcature nel match della Dacia Arena contro l’Udinese.

di redazionecittaceleste
Francesco Acerbi

Di Cristian Cordone

ROMA – Finalmente è arrivato il primo gol con l’aquila sul petto per Francesco Acerbi, contro l’Udinese approfittando di una respinta di un non perfetto Scuffet su cross da calcio di punizione di Luis Alberto, e con il piattone mette la sfera alle spalle del portiere bianconero, lui che il primo gol lo aveva sfiorato all’esordio assoluto contro il Napoli, nella prima giornata di campionato, colpendo il palo pieno con un colpo di testa, che avrebbe potuto regalare alla Lazio il pareggio allo scadere. Invece il gol è arrivato proprio dopo l’errore commesso nella partita casalinga vinta per 4-1 contro il Genoa in occasione del gol di Piątek. Errore che non ci si aspetta da un calciatore come lui, ma che rimedia subito con la rete che ieri sera nella gara contro l’Udinese, ha permesso alla Lazio di aprire le marcature contro un avversario ben organizzato. Il difensore lombardo si è preso la Lazio, sin dai primi giorni di ritiro ad Auronzo di Cadore, dove si è messo a completa disposizione di mister Inzaghi, prendendo da subito in mano le redini di una difesa rimasta orfana del partente Stefan De Vrij. La caratteristica che lo contraddistingue è la capacità di essere un leader del reparto arretrato, trasmettendo la giusta sicurezza ai compagni, che agiscono con più tranquillità e serenità, avendo a fianco un calciatore del suo spessore. Francesco Acerbi dunque ha scacciato il fantasma di De Vrij, che poteva attanagliare la squadra di Inzaghi, avendo perso un difensore di livello assoluto a costo zero e in maniera assurda giocando la sua ultima partita in biancoceleste, contro quella che sarebbe stata la sua prossima squadra, ma questa è acqua passata, il presente parla italiano e risponde al nome di Francesco Acerbi.
Finalmente è arrivata la prima gioia con la Lazio, che sembra la sua squadra da anni, per come si muove in campo e per come guida il reparto, la verità è che siamo solo all’inizio, intanto è arrivata la prima zampata del leone, il re leone questo il suo soprannome, per tanti e tanti motivi, per come lotta in campo, per come domina, ma soprattutto per come ha sconfitto un male che la vita gli aveva riservato, lottando giorno dopo giorno, mostrando gli artigli e tornardo a calcare i campi di calcio sconfiggendo l’avversario più importante.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ndonio - 8 mesi fa

    SI OK VA BENE, MA GIOCANDO COSI’ CONTRO LA ROMA NON ANDREMO LONTANO, LI CI VUOLE GRINTA DETERMINAZIONE E IL MODULO A DUE PUNTE E CIOE’ UN 3-5-2 VERO NON FINTO COME VISTO FINORA E CIOE’ UNO SQUALLIDO 3-5-1-1.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ndonio - 8 mesi fa

    SI OK VA BENE, MA GIOCANDO COSI’ CONTRO LA ROMA NON ANDREMO LONTANO, LI CI VUOLE GRINTA DETERMINAZIONE E IL MODULO A DUE PUNTE E CIOE’ UN 3-5-2 VERO NON FINTO COME VISTO FINORA E CIOE’ UNO SQUALLIDO 3-5-1-1.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ndonio - 8 mesi fa

    SI OK VA BENE, MA GIOCANDO COSI’ CONTRO LA ROMA NON ANDREMO LONTANO, LI CI VUOLE GRINTA DETERMINAZIONE E IL MODULO A DUE PUNTE E CIOE’ UN 3-5-2 VERO NON FINTO COME VISTO FINORA E CIOE’ UNO SQUALLIDO 3-5-1-1.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ndonio - 8 mesi fa

    SI OK VA BENE, MA GIOCANDO COSI’ CONTRO LA ROMA NON ANDREMO LONTANO, LI CI VUOLE GRINTA DETERMINAZIONE E IL MODULO A DUE PUNTE E CIOE’ UN 3-5-2 VERO NON FINTO COME VISTO FINORA E CIOE’ UNO SQUALLIDO 3-5-1-1.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy