• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, allarme gol. Il tuo secondo miglior marcatore è a 4 reti

Lazio, allarme gol. Il tuo secondo miglior marcatore è a 4 reti

Tra i dati negativi della Lazio di quest’anno c’è quello dei gol fatti

di redazionecittaceleste

ROMA – Che occasione persa contro il Sassuolo. La Lazio raccoglie un punto tra mercoledì e domenica, vanificando di fatto il tesoretto accumulato contro l’Inter.

 

 

eccezzzionale

I biancocelesti non possono prendersela con nessuno se non con loro stessi. Archiviata la sconfitta contro la Spal, la sfida di ieri andava vinta a tutti i costi. Invece quella scesa in campo è sembrata una squadra impaurita, bloccata, due caratteristiche da cambiare presto se si vorrà raggiungere il tanto agognato quarto posto.

LAZIO, TI MANCANO I GOL E SI VEDE

Anche la partita contro il Sassuolo ha reso noti diversi problemi in fase realizzativa della Lazio. Immobile è stato il più pericoloso, ma allo stesso tempo, come al solito in questa stagione, il più sprecone. Sono 14 i gol in campionato per lui, ben 13 in meno allo scorso anno a questo punto, un’infinità. La colpa non è solo la sua però. L’attaccante biancoceleste è passato dall’avere cinque occasioni a partita ad averne due. Certo, la punta deve essere lucida e far gol nel momento del bisogno, ma dove non arriva lui dovrebbe arrivare la squadra. Ed è proprio lì che il dato delle reti messe a segno fa riflettere. Il secondo miglior marcatore in Serie A della Lazio è Senad Lulic, ebbene sì, uno che in campo dovrebbe far tutto tranne che segnare. In realtà, con qualche limite come sempre, il bosniaco sta solo facendo il suo. Quattro reti messe a segno fino ad ora. Ciò che non va bene è il rendimento degli altri giocatori. Insieme a Lulic ci sono Caicedo e Milinkovic. Correa addirittura è fermo a 3 reti, così come Luis Alberto. Urge un cambio di passo, ma non solo di Immobile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy