• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, Delio Rossi: “Sopresa Bastos, Leiva sta tornando ai livelli dell’anno scorso”

Lazio, Delio Rossi: “Sopresa Bastos, Leiva sta tornando ai livelli dell’anno scorso”

L’ex tecnico della Lazio, Delio Rossi, ha commentato la vittoria nel derby contro la Roma

di redazionecittaceleste

ROMA – L’ex tecnico della Lazio, Delio Rossi, è ancora molto legato ai colori biancocelesti, con cui a trascorso i momenti migliori della sua carriera.

eccezzzionale

L’allenatore ha voluto commentare ai microfoni di ElleRadio la vittoria nel derby contro la Roma. Queste le sue parole: ““Mi ha fatto piacere la formula utilizzata da Simone Inzaghi, con l’inserimento di un giocatore di qualità come Luis Alberto rispetto a uno più di quantità, il che ha causato sicuramente dei problemi alla Roma. Il risultato è giusto ed è sicuramente figlio della prestazione, se la Roma avesse pareggiato per un episodio il mio giudizio non sarebbe cambiato e la vittoria è sicuramente meritata.”

Su Leiva e Bastos: “Il giocatore migliore in assoluto è stato Lucas Leiva, tornato ai livelli dell’anno scorso. Per attenzione e concentrazione mi ha sospeso Bastos, non me l’aspettavo per alcune amnesie che ha avuto in passato ma è stata una sorpresa molto piacevole.”

Sulla Roma: “Un giudizio sulla Roma può essere sommario vedendo le cose da fuori, osservando le partite dei giallorossi si può affermare che la mancanza di Manolas è un grosso problema, vista la mancanza in rosa di difensori centrali con le stesse caratteristiche. Sarebbe stato fondamentale per loro non dare troppo campo. E’ vero che la Roma veniva da un periodo positivo sul piano dei risultati, ma non su quello del gioco avendo fatto fatica anche contro il Frosinone e il Bologna, incassando sistematicamente due gol a partita negli ultimi tempi.”

Il derby a Roma: “Il problema del derby è che a Roma non è una partita come le altre, se lo vinci ti dà tanto e se lo perdi ti toglie tanto, soprattutto quello di ritorno in cui bisogna aspettare tanto per una rivincita. Questa è una partita che se uno ha un po’ di sangue nelle vene si carica da sola, semplicemente andando dal giornalaio o dal panettiere. L’allenatore deve stemperare un po’ per evitare di disperdere troppe energie nervose: personalmente quella settimana cercavo di tenere a bada l’aspetto agonistico, anzi parlavo di altre cose perché tanto tutti parlavano del derby.”

Su Caicedo: “Caicedo per caratteristiche può essere più utile contro squadre un po’ più chiuse tatticamente. Non è facile il suo ruolo, anche il solo essere riserva di Immobile significa dover sapere stare al proprio posto, mantenendo la calma con un titolare che vuole sempre giocarle tutte. Insieme però possono fare bene, anche perché è un centravanti atipico, che può integrarsi con un attaccante abituato a fare tanti gol.”

Sul prossimo avversario della Lazio: “La Fiorentina è una squadra strutturata in maniera particolare, è una squadra che può fare 7 gol contro la Roma e poi perdere contro l’Atalanta o squadre più piccole, il che si spiega anche con la giovane età della rosa. La Lazio troverà un avversario contro cui non si può sapere come andrà a finire o cosa si troverà, sicuramente è una squadra in salute, se trova la luna giusta è sicuramente una brutta gatta da pelare.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy