Lazio, quanto pesa l’assenza di Lucas Leiva?

Lazio, quanto pesa l’assenza di Lucas Leiva?

Da quando il centrocampista brasiliano Lucas Leiva si è fermato per l’infortunio, la Lazio non vince più.

di redazionecittaceleste

ROMA – La Lazio sta soffrendo parecchio nelle ultime partite, tre pareggi consecutivi in campionato contro Sassuolo, Milan e Cheivo, intervallati dalla sconfitta contro l’Apollon Limassol in Europa League. Proprio dalla gara di Reggio

Emilia, nella quale Lucas Leiva non era al meglio fisicamente, dopo l’infortunio patito contro il Marsiglia al Velodrome, che la Lazio fatica a vincere, ma soprattutto a costruire gioco. Eppure il sostituto del brasiliano, Milan Badelj non sta affatto sfigurando, anzi. Non si tratta di una carenza dal punto di vista tecnico-tattico, ma bensì della personalità che ha il centrocampista ex Liverpool, proprio quella che alla Lazio sta mancando. Un calciatore che prende la squadra per mano e la conduce al successo, e Lucas Leiva è un vero e proprio trascinatore. Attraverso il suo peso specifico a centrocampo, è in grado di guidare l’intero reparto, assicurando  ai compagni solidità e compattezza. Badelj è un calciatore differente rispetto a Leiva, ed essendo alla prima stagione in biancoceleste è anche lecito che non abbia lo stesso carisma del brasiliano. La personalità e l’esperienza dell’ex Gremio è fondamentale in questo momento, dove la Lazio non riesce ad esprimere al massimo il suo gioco. Un elemento troppo importante, da cui non si può prescindere, Lucas Leiva è il pilastro della mediana laziale e presto ritroverà il suo regno, ovvero quella cabina di regia, che Badelj sta mantenendo bene, ma non abbastanza per prendere per mano il resto della compagine. Contro la Sampdoria la speranza di Inzaghi è quella di riaverlo a disposizione, per riprendere il cammino verso la Champions, interrotto da tre giornate, con tre pareggi di seguito. Leiva è pronto a tornare, e fino ad oggi è mancato maledettamente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy