Milinkovic, il fantasma del giocatore dello scorso anno

Milinkovic, il fantasma del giocatore dello scorso anno

Milinkovic-Savic deludente rispetto allo scorso anno

di redazionecittaceleste
Sergej Milinkovic-Savic, centrocampista della Lazio.

ROMA – Ennesima deludente prestazione ieri a Verona, Milinkovic continua a latitare. Al serbo gli si può solo riconoscere di aver corso tantissimo (12,294 chilometri), ma che fine ha fatto il talento?

Non è mai entrato in partita, Sergej, ma almeno le statistiche lo vedono in campo: 104 tocchi, appena 7 duelli aerei vinti. Lo scorso anno era totalmente un altro giocatore: in 35 presenze aveva messo a segno 12 gol in campionato. In 8 presenze in Europa League altre due reti. In questa stagione invece in 13 partite giocate in campionato ha segnato un solo gol e in Europa League in 4 gare è ancora a quota zero in pagella. Il centrocampista è compassato, sbaglia molti passaggi e perde altrettanti palloni, che la scorsa stagione gli rimanevano incollati a quel piede fatato. Nella partita di ieri col Chievo Sergej si è divorato un gol già fatto al quindicesimo minuto del secondo tempo, che avrebbe permesso alla sua squadra di pareggiare e, poi chissà, di vincere con Immobile. Nonostante ciò è rimasto in campo, perché la sua fisicità (mancata per esempio nella mezzora finale col Milan) è fondamentale nella mediana biancoceleste. I tifosi e Lotito ancora lo aspettano, tutti sono convinti di non aver ancora mai rivisto il loro gioiello. Per questo Milinkovic dopo il derby era stato persino contestato con uno striscione insieme a Luis Alberto. Il pensiero maligno è che abbia smesso di giocare non appena abbia rinnovato il contratto.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy