MONDO LAZIO – Biava a LSR: “I miei anni alla Lazio? indimenticabili!”

MONDO LAZIO – Biava a LSR: “I miei anni alla Lazio? indimenticabili!”

Biava

ROMA – L’ex difensore della Lazio, Giuseppe Biava,  è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio per commentare il momento delicato della Lazio. Ecco quanto dichiarato:

RICORDI – “Genoa e Lazio sono state due tappe importanti nella mia carriera. A Genova ho fatto un anno e mezzo bellissimo, abbiamo sfiorato la Champions, poi sono passato alla Lazio dove ho vissuto grandi emozioni. Anche con i biancocelesti, siamo andati vicinissimi alla Champions, abbiamo vinto quella Coppa Italia indimenticabile.Il Genoa dopo un periodo di cinque o sei sconfitte si è ripreso e sta bene, sta facendo molto bene, hanno messo in difficoltà la Juve tenendo a livello difensivo.”

DIFFICOLTA’ LAZIO – “La Lazio paga le proprie assenze, sono decimati, con questo Napoli era comunque difficile ad armi pari, figuriamoci con queste defezioni, giocare così è stato molto più pesante.”

IL MATCH – “I biancocelesti troveranno una difficolta in più a Genova, che è quella ambientale, il Marassi ha i tifosi molto vicini al campo, quando ha il tifo che spinge la squadra può dare quella carica in più ai suoi giocatori e spaventare un po’ l’avversario. Conoscendo mister Gasperini, se la Lazio giocasse con il classico 4-3-3 è facile che passi anche lui alla difesa a quattro. A tre non credo, se così fosse Silva farebbe il giocatore di spinta, li la Lazio può metterli in difficoltà. I rossoblù venivano da molte sconfitte, non hanno chiuso bene il girone di andata, ora anche se hanno perso una pedina che poteva fare la differenza davanti, hanno trovato equilibrio a centrocampo e ne stanno venendo fuori, attaccheranno sicuramente la Lazio.”

TROPPI INFORTUNI – “La fase negativa della Lazio è legata agli infortuni. In difesa mancano giocatori come de Vrij, Biglia ha giocato poco quest’anno, si sono accavallate due o tre assenze importanti che hanno un po’ penalizzato. Non ho mai visto la Lazio giocare più di due partite con la classica squadra schierata con tutti titolari, in difesa i quattro ruotano sempre. La difesa è un reparto molto delicato dove c’è bisogno di confereme tra giocatori, si devono capire e lavorare molto insieme”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy