Muslera e quei due rigori parati

Muslera e quei due rigori parati

Il portiere uruguaiano potrebbe tornare a vestire la maglia della Lazio. Riviviamo il momento più alto della sua esperienza in biancoceleste.

di Leonardo Mazzeo

ROMA13 maggio 2009, Stadio Olimpico. Scendono in campo Lazio e Sampdoria per contendersi la Coppa Italia. Dopo novanta minuti, la partita è ferma sull’uno a uno. In goal, Zarate e Pazzini, gli uomini simbolo di quelle due squadre. Un altro uomo simbolo della Samp di quegli anni era Antonio Cassano. Sarà proprio lui a tirare il primo rigore, dopo che i supplementari non avevano decretato nessun vincitore. E Fantantonio, davanti, si troverà Fernando Muslera

muslera-nazionale

PRECEDENTI

Lui, Fernando, di rigori in biancoceleste ne aveva già parati due. Uno ad Amauri, nella finale di stagione 2007-2008. E uno a Bellucci, a gennaio del 2009, nella sfida del Ferraris contro la Sampdoria. I blucerchiati, quindi, avevano già avuto prova in prima persona delle abilità del portierino uruguaiano nelle sfide dagli undici metri. Quel rigore lì se lo era conquistato Cassano. Qualche mese dopo, eccoli lì. Primo rigore della lotteria. Cassano si prepara, prende la rincorsa, tira. Muslera si tuffa alla sua destra e riesce a intercettare il pallone.

SFIDA INFINITA

La Lazio parte bene, ma non riesce ad approfittare del rigore sbagliato da Cassano. Dopo il goal di Ledesma, infatti, arriva l’errore dal dischetto di Rocchi, che colpisce il palo interno. Tutto da rifare. E allora si va avanti fino al quinto tiratore, senza avere un vincitore. Muslera riesce per due volte ad azzeccare l’angolo, ma mai a fermare la sfera. Si va quindi a oltranza. Delvecchio per la Samp, Lichsteiner per la Lazio: entrambi in goal. Sul tiro del centrocampista blucerchiato, Muslera era quasi arrivato. Di nuovo. Riesce solo a toccarla, e poi si alza e si arrabbia e si agita. Ma era solo il preludio per quello che sarebbe accaduto dopo. Dopo la rete di Lichsteiner, sul dischetto va Hugo Campagnaro. Parte, tira. E Muslera para. Para con la manona aperta, alta, ferma, sicura. Un muro fatto di cinque dita per dire questa Coppa la vinciamo noi. L’ultimo tiratore sarà Dabo. Che insaccherà all’angolino, per la gioia dei tifosi della Lazio. Qui trovate gli highlights della lotteria dei rigori di quella sera.

muslera-livorno-lazio

RITORNO?

E così arriviamo al finale di questa stagione. Muslera, dal 2011, veste la maglia del Galatasaaray. Le voci su un suo possibile ritorno hanno cominciato a diffondersi due giorni fa. Ci sarebbe stato un incontro tra il giocatore e Igli Tare, a Roma. L’uruguaiano, verosimilmente, contenderebbe il posto da titolare a Strakosha, date le precarie condizioni di Marchetti (che a fine stagione potrebbe anche lasciare). E poi c’è Ivan Vargic. La sua stagione in biancoceleste, nonostante la partita da titolare contro l’Inter, resta un mistero: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

12

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy