Nuoto, il biancoceleste Barelli confermato presidente della FIN

Nuoto, il biancoceleste Barelli confermato presidente della FIN

L’avvocato Siniscalchi: “Ha grande senso del prossimo e ha risolto tanti problemi”

ROMA – Il presidente biancoceleste Paolo Barelli si conferma alla conduzione della Fedarazione Italiana Nuoto con un larghissimo scarto di voti, un plebiscito totale. Ne abbiamo parlato con l’avvocato Renato Siniscalchi, vice presidente della Lazio nuoto.

OLIMPIADI – “Il nuoto si è confermata alle Olimpiadi come la più medagliata segno di un movimento in grande crescita dove l’attenzione e la competenza del presidente e degli addetti ai lavori ha portato risultati ottimi facendo diventare il nuoto la regina italiana delle Olimpiadi”.

ROMA 2024 – “Non possiamo che dire che le Olimpiadi a Roma è giusto farle per un uomo di sport come me. Togliere il sogno olimpico a tanti giovani atleti e appassionati di sport della Capitale e italiani non mi sembra il massimo. Le Olimpiadi sono sempre una forza trainante dal punto di vista imprenditoriale e possono creare tanti nuovi di lavoro e portare economia positiva a Roma e in tutta Italia. L’indotto economico per i prossimi 8 anni derivante dall’assegnazione delle Olimpiadi deve essere utilizzato anche per il sociale quindi per migliorare le condizioni della città e della cittadinanza, potenziando e migliorando il trasporto pubblico. Non a caso il Santo Padre ( il vero Sindaco di Roma) si è esposto positivamente a favore delle Olimpiadi a Roma. Nonostante la presenza di candidate come Parigi e Los Angeles, ci sono serie possibilità di vittoria, bisogna competere poi i conti si faranno alla fine, ma rinunciare a prescindere mi sembra una cosa inammissibile dialetticamente”.

BARELLI IL BIANCOCELESTE – “Durante l’assemblea il presidente Barelli ha avuto modo di esprimere tutte le sue qualità di comunicazione riuscendo a descrivere la situazione Federale, i problemi, i compiti, le soluzioni. Ha dimostrato inoltre volontà di pacificazione nei confronti dei detrattori e grande senso del prossimo. Una costante fondamentale nella vita di oggi che purtroppo non tutti riescono a cogliere. Alla fine, con pacatezza e non facendola apparire la situazione fondamentale, ha fatto cenno ai valori della Lazio ed alla sua lazialità”.

LAZIO NUOTO – “A proposito di senso del prossimo, la Lazio nuoto è presente alle Paraolimpiadi con un atleta Taras che si misura in varie discipline dai 50, passando per i 200 e finendo ai 400. Che si esprime sicuramente ai massimi livelli. Quanto sopra descritto, dimostra l’attenzione e la sensibilità con cui la Lazio Nuoto segue gli atleti paralimpici a Roma dando la possibilità a sportivi di grande volontà e forza interiore di esprimere se stessi, attori di un mondo che non li dimentica e non li dimenticherà mai”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy