LULIC DAI PALLONI D’ORO – Sul tetto d’Europa, negli occhi del West Ham…

LULIC DAI PALLONI D’ORO – Sul tetto d’Europa, negli occhi del West Ham…

E’ lui il migliore nell’ultimo passaggio: altri due cioccolatini contro Cipro per una dolce qualificazione a Euro 2016. Oggi la Uefa lo celebra con la medaglia d’oro insieme allo slovacco Weiss e al polacco Milik. E pensare che da anni Tare corteggia il pupillo Shaqiri, fermo a quota 5 assist. Per capire la grandezza delle gesta di Senad, basti pensar che Ozil ne sfoggia solo 4 in questa speciale classifica

Commenta per primo!
Bosnia

ROMA – Sa far tutto e, quando accelera, manda i bomber in paradiso. Ormai sempre più devoto al divino assist, Lulic sale sul tetto d’Europa. E’ lui il migliore nell’ultimo passaggio: altri due cioccolatini contro Cipro per una dolce qualificazione a Euro 2016. Oggi la Uefa lo celebra con la medaglia d’oro insieme allo slovacco Weiss e al polacco Milik. E pensare che da anni Tare corteggia il pupillo Shaqiri, fermo a quota 5 assist. Per capire la grandezza delle gesta di Senad, basti pensar che Ozil ne sfoggia solo 4 in questa speciale classifica.

ADDIO – Pioli lo ha riscoperto terzino sinistro per ovviare all’involuzione di Radu, Lulic – dopo le prime prove incolore – anche alla Lazio corre più del vento. Il problema? C’è una corrente avversa Oltremanica che risucchia il bosniaco in Premier: il West Ham, in particolare, è pronto a fare sul serio già per gennaio. Senad, in scadenza 2017, ha rifiutato più volte il rinnovo offertogli dai biancocelesti. Era a un passo dall’addio già in estate. Il suo agente Schütt (lo stesso di Klose) con Tare sta cercando la soluzione migliore e anche quella più fattibile. Perché Lotito non accetta meno di 15 milioni.

ASSIST – Jolly di denari, Lulic. Al momento tutto quel che tocca lo fa diventare prezioso. E’ tornato a far le fortune della Lazio come quel 26 maggio 2013, in un batticinque con Candreva. E pensare che Senad ora parte di nuovo dalle retrovie, ha collezionato un assist come Sant’Antonio. A Reggio Emilia però il bosniaco, nell’emergenza, potrebbe tornare più avanti. Ovunque sia, Pioli in questo momento non rinuncerà al suo Lulic dai palloni d’oro.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy