L’AVVERSARIO – L’Empoli di Andreazzoli: difesa, velocità di passaggio e… Zajc

L’AVVERSARIO – L’Empoli di Andreazzoli: difesa, velocità di passaggio e… Zajc

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA – Trasferta insidiosa per la Lazio di Inzaghi, quella di Empoli. Gli azzurri di Andreazzoli sono una squadra compatta e con diversi elementi di talento, che ha dominato l’ultima Serie B, chiudendo a +14 sulle inseguitrici. Una vittoria, una sconfitta e un pareggio finora nelle prime tre giornate di Serie A. Nella vittoria contro il Cagliari, alla prima giornata, si è visto un Empoli di personalità, voglioso di far divertire i propri tifosi. Il modulo di mister Andreazzoli è il 4-3-1-2, con particolare attenzione alla fase difensiva. Baricentro alto e squadra molto corta, così da limitare i contropiedi degli avversari. In fase di ripartenza velocità e precisione sono le parole d’ordine, con un direttore d’orchestra d’eccezione: Miha Zajc. E’ proprio il talentino sloveno il regista offensivo dei toscani, dai suoi piedi passano la maggior parte delle azioni d’attacco dell’Empoli. Krunic e Caputo sono le altre armi dei toscani: il bosniaco è il prototipo del centrocampista moderno, e abbina duttilità e capacità di inserimento in zona gol. L’attaccante invece è stato finora il trascinatore dell’Empoli, con 26 gol e 4 assist in 41 presenza. Ottima tecnica e dribbling bruciante, la concretezza sotto porta è sicuramente il suo punto forte. Accanto a lui non avrà Antonino La Gumina, che dovrebbe essere sacrificato per dare più copertura al centrocampo.

Probabile formazione (4-3-2-1): Terracciano; Di Lorenzo, Silvestre, Maietta, Veseli; Acquah, Capezzi, Bennacer; Zajc, Krunic; Caputo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy