ESCLUSIVA – Lazio, idea Destro per il dopo Keita

ESCLUSIVA – Lazio, idea Destro per il dopo Keita

Avviati i contatti con l’entourage del giocatore

1 Commento

ROMA – Con la permanenza di Keita sempre in dubbio, la Lazio ha avviato i contatti per il sostituto: si tratta di Mattia Destro. Secondo le nostre indiscrezioni, infatti, la società biancoceleste ha già sondato il terreno con l’entourage del giocatore. Che, tra l’altro, piaceva al DS biancoceleste già prima del suo approdo alla Roma. Una soluzione low cost, in attesa che Caicedo a dicembre diventi comunitario. A quel punto Tare, nel mercato di gennaio, con i soldi risparmiati sul sostituto del senegalese, farebbe all-in su Azmoun, mettendo sul piatto 18 milioni. E adesso il dopo Keita si chiama Mattia Destro.

destro-rosi

CARRIERA

Nato ad Ascoli Piceno il 20 marzo del 1991, Destro muove i suoi primi passi nel mondo nella società Calcio Lama, per poi entrare a far parte, nel 2000, del settore giovanile dell’Ascoli. Viene notato dall’Inter, che nel 2005 lo preleva dalle Marche e lo porta in Lombardia: nel settore giovanile nerazzurro, Mattia si metterà in mostra, arrivando a vincere anche il Torneo di Viareggio, nel 2008. Nel suo ultimo anno da Primavera, è stato capocannoniere del campionato con 18 reti. Viene poi ceduto in prestito al Genoa: un anno che a Destro servirà soprattutto per farsi le ossa. Il Grifone lo riscatta dall’Inter per 4 milioni di euro. Poi, la grande stagione con il Siena (12 goal in Serie A, a soli 20 anni), e la chiamata della Roma: tre stagioni in cui gioca poco, anche a causa di infortuni, ma segna abbastanza da attirare le attenzioni del Milan, che nel gennaio del 2015 decide di puntare su di lui: in rossonero non avrà fortuna. E così, nell’estate dello stesso anno arriva il Bologna, che lo sceglie come attaccante di riferimento per il nuovo ciclo. Ora, a due anni di distanza dal suo arrivo in Emilia, Destro potrebbe cambiare aria.

DESTRO ALLA LAZIO

Per quanto riguarda il campo, sicuramente è difficile pensare a lui come sostituto naturale di Keita: le caratteristiche sono differenti. Destro è più prima che seconda punta, aggredisce bene gli spazi e fa salire la squadra. Si può sicuramente ipotizzare un suo utilizzo in coppia con Immobile nel 3-5-2: Ciro più libero di spaziare su tutto il fronte offensivo, Destro a fare da riferimento e ad attirare i difensori per creare spazi. Un attaccante che conosce bene la Serie A, che ha raggiunto la sua maturità calcistica: sarà veramente Destro il sostituto di Keita? Nel frattempo, la pista Brahimi sembra sfumata definitivamente: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. silmabr_659 - 2 settimane fa

    L’idea mi piace ma conoscendo il signor Lotito non ci credo. Comunque pur restando una buona squadra, la Lazio in questoi nuovo campionato che sta per iniziare è consistentemente più debole. Se poi fa andar via De Vrji siamo nei guai. Su Andersono è inutile poggiare speranze, sarà il solito sfaticato, addormentato e pigro senza voglia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy