Mercato Lazio, milioni di euro buttati…

Mercato Lazio, milioni di euro buttati…

 

ROMA – Milioni di euro buttati. Una squadra intera che blocca tutto. Dieci giocatori, chi più chi meno, perché in mezzo ci sono diversi giovani, che sono fermi ad allenarsi a Formello senza un’identità e una destinazione ben precisa. Una sacca malgestita che – scrive Il Messaggero – non dà segnali confortanti, considerato che a ventiquattro giorni dalla fine del mercato, la maggior parte di loro sono ancora tutti lì, immobili, nel quartier generale. In totale rappresentano circa 8 milioni di euro di stipendi, quasi 16 milioni di euro lordi che, allo stato attuale, sospendono qualche possibile sogno di gloria. Sono talmente tanti, troppi soldi per una squadra come la Lazio che guarda con occhio attento il proprio bilancio. Soldi che potrebbero essere risparmiati per alzare un po’ gli ingaggi, ma anche per permettersi qualche altro acquisto in modo tale da poter assicurare ad Inzaghi uno o due giocatori in più per una stagione che si annuncia più dura di quella appena passata, visto che, rispetto all’anno scorso, c’è anche l’Europa League da disputare. La forte sensazione è che l’arrivo di almeno uno o due giocatori possa essere bloccato perché tutti questi che ancora sono in organico rientrano negli stipendi complessivi e uno come Lotito, prima di aggiungerne altri, vuole avere la garanzia che tutti o quasi vadano da altre parti.

>>> MERCATO LAZIO: SPUNTA UN NOME A SORPRESA!

GLI ERRORI – Il riferimento non è certo a ragazzi della Primavera che ancora devono trovare una squadra, ma a calciatori come Mauricio, Kisnha, Marchetti, Djordjevic e Morrison. Solo questi cinque costano alla Lazio quasi 7 milioni di euro di ingaggi netti, il doppio per le casse della società. Il mistero più evidente e a tratti inspiegabile, soprattutto perché non c’è stato alcun comunicato al riguardo, è legato a Marchetti, fino a febbraio di quest’anno il titolare indiscusso, adesso si allena tutte le mattine da solo a Formello, ma con un contratto da 1,5 milioni di euro fino a giugno del 2018. Per non parlare di Mauricio che non si vede da tempo e che ha uno stipendio superiore al milione di euro che tratta con chiunque, ma fino ad ora non si è spostato. Djordjevic e Kisnha stanno riflettendo sul da farsi, con alcune società di A che pressano, vedi il Benvento, ma loro ancora non hanno dato una risposta. In settimana sono previste novità. Completano il gruppo degli epurati d’oro Morrison e Perea. La società ha le sue colpe perché se sono in queste condizioni, vuol dire che Lotito non è stato in grado di anticipare determinate mosse. In più, in tutto questo scenario, c’è anche Keita che non è un epurato, ma poco ci manca. Lui aspetta sempre e solo la Juve, i bianconeri, prima o dopo la Supercoppa faranno la loro ulteriore proposta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy