Mercato Lazio, Tare pronto a trasformare una vecchia rondinella in aquila

Mercato Lazio, Tare pronto a trasformare una vecchia rondinella in aquila

Il clivense è un vecchio pallino del diesse albanese

Di Lorenzo Manelfi

ROMA – Il piccolo Perparim Hetemaj aveva un sogno: diventare un giocatore della Lazio, la sua squadra del suo cuore. Adesso è diventato grande, ma l’amore per i colori biancocelesti continua ad esserci, come ha confessato qualche tempo fa: “La Lazio è la mia squadra del cuore, la seguo sin da quando ho cominciato a vedere il calcio italiano. Merito sicuramente del mio quasi connazionale Eriksson e soprattutto di Nedved, il mio idolo. Il club capitolino sulle mie tracce? Non credo ci siano mai state chiamate da Roma, non sono io a decidere queste cose”. Dal 2011 il centrocampista finlandese lotta con la maglia clivense ed è diventato ormai un simbolo della squadra veronese. Tare però, dopo averlo rincorso per diverso tempo, è pronto ad esaudire finalmente il suo desiderio.

hetemaj

ORA O MAI PIU’

Il diesse albanese ha sempre avuto un debole per il 31enne, precisamente da quando giocava nel Brescia. Forse l’amore è sbocciato dopo il primo gol in Serie A di Hetemaj, contro la Roma. Allora era una giovane rondinella, adesso può diventare un’aquila. La Lazio sta cercando un rinforzo a centrocampo nella posizione attualmente occupata da Leiva, quella di play davanti alla difesa. I nomi non mancano: Baselli, Badelj e Cristante sono delle ottime opportunità. Il finlandese però ha il contratto in scadenza a giugno e sarebbe un’operazione più semplice da realizzare. Si dice che certi treni passano una volta sola. Per Hetemaj Tare ha fatto un’eccezione, ma questa potrebbe essere l’ultima chiamata. Gazza intanto commuove il mondo con il suo gesto: CONTINUA A LEGGERE

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy