CRONACA – Rovigo, morto nel sonno…

CRONACA – Rovigo, morto nel sonno…

ROVIGO – Le due amate figlie sono andate a svegliarlo perché aveva un appuntamento in parrocchia, ma durante la notte è stato probabilmente stroncato da un infarto e così l’hanno trovato morto. È spirato nel sonno Paolo Tesi, 45 anni, ingegnere dal 2000 alla FemiCz, persona impegnata nella parrocchia del…

ROVIGO – Le due amate figlie sono andate a svegliarlo perché aveva un appuntamento in parrocchia, ma durante la notte è stato probabilmente stroncato da un infarto e così l’hanno trovato morto. È spirato nel sonno Paolo Tesi, 45 anni, ingegnere dal 2000 alla FemiCz, persona impegnata nella parrocchia del Duomo e grande tifoso della Rugby Rovigo.

L’uomo abitava in un villino in via Vittorio Veneto 77/a, insieme alle figlie Maria Elena, 17enne e Anna, 12enne impegnata nelle prove Invalsi di terza media. Lascia i genitori che abitano in piazza XX Settembre con il padre Giuseppe impegnatissimo nel Centro Maria Bolognesi e il fratello Francesco. Paolo Tesi si era diplomato al Paleocapa e laureato a Padova “Ingegnere elettronico con indirizzo Sistemi e analisi dati”.

La tragedia è stata scoperta domenica mattina. L’amico Massimo Borghi era andato a prenderlo perchè alle 9,15 avevano appuntamento con il parroco del Duomo, don Carlo Santato, e altri componenti del consiglio pastorale parrocchiale del quale Tesi era da anni il segretario. «Quando il dottor Borghi ha suonato le figlie sono andate a chiamarlo riferendo che era ancora a letto – racconta il parroco -. Poco dopo si sono riaffacciate sostenendo che il papà non si svegliava. Così il dottor Borghi è salito ed è stato dato l’allarme».

Nel villino in Tassina sono giunti i soccorsi del 118, i familiari e il parroco, ma non c’è stato nulla da fare. Paolo Tesi è morto nel corso della notte. «C’eravamo sentiti al telefono verso le 10 di sabato sera – continua don Carlo – affinchè tutto fosse pronto per l’incontro spirituale del mattino al Centro Mariano con le suore». L’ingegner Tesi ha lasciato un vuoto enorme in famiglia, in particolare le amate figlie e in parrocchia. «È sempre stato impegnato, lo conosco da quando giovanissimo frequentava l’Azione Cattolica – continua don Santato -. Curava la scuola d’informatica gratuita per anziani, tutti gli aspetti informatici della chiesa e il giornalino “Duomo in dialogo”. Non ci posso credere. Una persona meravigliosa, mite e disponibile, che bisognava fermare tanto era generosa. Avevamo un legame eccezionale».

Anche al lavoro alla FemiCz la scomparsa di Paolo Tesi ha provocato tante lacrime. «Mi aveva confidato, qualche giorno prima, di aver avuto un dolore al petto e che aveva prenotato dei controlli – afferma il direttore generale Antonio Zambelli -, ma tutto è avvenuto all’improvviso. Era una delle colonne dell’azienda, il responsabile dell’intelligence e del sistema informatico. Una persona onesta, fedele, efficiente e disponibile. Ci mancherà tantissimo, sia personalmente che professionalmente. Un grande appassionato di rugby al pari del fratello».
Il funerale verrà celebrato giovedì alle 16 in Duomo e la FemiCz ha proclamato il lutto aziendale per permettere al personale di partecipare alle esequie.

Fonte: Leggo.it

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy