MONDO – Schianto a pochi metri da casa..

MONDO – Schianto a pochi metri da casa..

TREVISO – Non ce l’ha fatta Rudi Frattin, il 29enne di Bessica di Castelfranco (Treviso) rimasto coinvolto in un incidente stradale in moto, domenica pomeriggio a Bassano (Vicenza) dove abitava. Il giovane è spirato ieri in ospedale, nel capoluogo berico, dopo due giorni durante i quali i medici hanno fatto…

TREVISO – Non ce l’ha fatta Rudi Frattin, il 29enne di Bessica di Castelfranco (Treviso) rimasto coinvolto in un incidente stradale in moto, domenica pomeriggio a Bassano (Vicenza) dove abitava. Il giovane è spirato ieri in ospedale, nel capoluogo berico, dopo due giorni durante i quali i medici hanno fatto il possibile per salvargli la vita. Troppo gravi, però, sono risultate le lesioni conseguenti all’impatto tra la sua moto Aprilia e la Bmw avvenuto nelle vicinanze di viale Asiago a Bassano. Una morte assurda, a pochi metri dall’abitazione in cui Rudi stava rientrando per riabbracciare la fidanzata, con la quale conviveva in quartiere XXV Aprile. Era appena ornato da un giro in moto con alcuni amici sul passo del Tonale.

La notizia si è sparsa in un baleno nel primo pomeriggio di ieri a Bessica: «Rudy è morto!». Qui il 29enne aveva vissuto fino a qualche anno fa prima di trasferirsi a Bassano per del Grappa con Sally. E in paese in tanti hanno avuto un fremito, un groppo in gola. A Bessica sapevano delle sue gravissime condizioni: gli amici con ai quali era rimasto sempre vicino nonostante i 20 chilometri di distanza si erano già ritrovati per andare a trovarlo in ospedale e ora lo piangono. Perchè il legame tra Rudy e la sua Bessica non si era mai interrotto. Anzi. I genitori, Flavio Frattin e Anna Lanzarini, abitano proprio qui mentre la sorella Tania vive in Scozia dove si è sposata.

Rudy era conosciuto ed apprezzato sia tra chi lo conosceva che per il suo lavoro. E anche negli ambienti sportivi. A Bessica aveva giocato nelle giovanili della squadra locale di calcio fino ad arrivare alla prima squadra. Poi ha girato in altre società anche del Vicentino tra San Fortunato, Cassola, Eurocalcio, a Pove prima di terminare la carriera anzitempo per un brutto infortunio al ginocchio. Così si è dedicato al suo lavoro di parchettista e poi da qualche tempo la passione per la moto. Nonostante il lavoro lo portasse anche ad essere impegnato fuori zona, Rudy spesso veniva a Bessica per ritrovare la sua compagnia di amici. Ieri sera in chiesa c’è stata la recita del rosario dove tanta gente non ha voluto mancare per manifestare la vicinanza verso la famiglia. Non è ancora stata stabilita la data del funerale.

In molti, anche attraverso il social network, gli hanno voluto lasciare un ultimo saluto. «Ragazzo dal sorriso d’oro» – scrive Steven; Riccardo lo descrive come «una roccia, dalla grinta e dalla forza devastante, compagno di squadra con il quale si è combattuto e gioito per due anni». “Divertiti e lascia che gli altri parlino” – diceva Rudi a Luca, compagno di squadra, ricordando a tutti che il calcio è prima di tutto uno sport. La Polizia locale di Bassano, intervenuta domenica a rilevare l’incidente, sta ancora cercando di capire con esattezza la dinamica del tragico sinistro. A quanto pare il 29enne sulla sua Aprilia e la Bmw stavano marciando nella stessa direzione; ad un certo punto la vettura avrebbe svoltato e la moto le sarebbe finita addosso e quindi sarebbe stata catapultata in avanti.

Fonte: Leggo.it

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy