SCHIANTO IN AUTO, VALENTINA MUORE A 20 ANNI

SCHIANTO IN AUTO, VALENTINA MUORE A 20 ANNI

SCHIANTO IN AUTO, E’ MORTA LA GIOVANE VENTENNE AL VOLANTE DI UNA FIAT PUNTO S VENEZIA – «È stato come sentire il boato di una bomba. Poi abbiamo visto volare pezzi tutt’intorno». Franco Turchetto guarda nel vuoto, quasi a cercare una risposta a quanto visto poco prima, una giustificazione alla…

SCHIANTO IN AUTO, E’ MORTA LA GIOVANE VENTENNE AL VOLANTE DI UNA FIAT PUNTO S


VENEZIA – «È stato come sentire il boato di una bomba. Poi abbiamo visto volare pezzi tutt’intorno». Franco Turchetto guarda nel vuoto, quasi a cercare una risposta a quanto visto poco prima, una giustificazione alla tragedia costata la vita a una ragazza di soli venti anni. Lui è una delle persone che ha assistito all’incidente, intervenendo subito dopo e arrendersi all’evidenza del terribile destino che ha spezzato per sempre la vita di Valentina Menazza.

Un incidente che diventa schiaffo in faccia a tutto il Sandonatese: la giovane, infatti, era figlia di Valter, ex sindaco di Musile di Piave, persona molto stimata in modo trasversale in tutto il territorio. La ragazza viaggiava a bordo di una Fiat Punto S di colore bianco e si stava probabilmente dirigendo verso casa, a Caposile, nell’omonima via.

L’incidente è avvenuto ieri, alle 15, in via Romanziol, all’altezza del bar Vinattiere, di Adriano e Annamaria. Arrivando da Ponte di Piave, poco prima del bar c’è una curva. Non è escluso che la ragazza, che rientrava dopo aver lavorato come faceva ogni fine settimana come cameriera in una pizzeria di Ponte di Piave, possa avere perso il controllo proprio in prossimità di quel tratto, visto che poco dopo, come testimonia un segno sul platano, ha toccato, con la parte posteriore dell’auto, un albero.

La Punto è andata in testacoda. «L’ho vista girare su sa stessa – ricorda Annamaria, che in quel momento stava proprio guardando fuori dal suo bar – Una, due volte, alla terza lo schianto contro il platano. È stata una cosa tremenda. Ho subito chiamato il 118 e i vigili del fuoco». Franco, uno dei clienti che stava uscendo dal locale: «Non ho visto l’impatto, ma ho sentito il boato e subito dopo gli oggetti che c’erano in macchina volare dappertutto. Siamo intervenuti io e una signora che fa l’infermiera. Io ho provato ad aprire una portiera, ma senza riuscirvi». Nel frattempo sono arrivati i vigili del fuoco e i sanitari del Suem di San Donà. È arrivato l’elicottero del 118, atterrato in un campo vicino. Ma gli interventi non sono serviti e la ragazza è spirata.

Fonte: Leggo.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy