• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, con Caicedo in campo non si perde quasi mai. A febbraio rifiutata un’offerta dalla Cina

Lazio, con Caicedo in campo non si perde quasi mai. A febbraio rifiutata un’offerta dalla Cina

La Lazio con Caicedo in campo ha numeri importanti. L’attaccante dell’Ecuador diventa decisivo e a febbraio avrebbe rifiutato la Cina

di redazionecittaceleste

ROMA – L’attaccante della Lazio Felipe Caicedo ha segnato il gol che ha sbloccato il derby contro la Roma. Il graffio della Pantera che ha portato la Lazio in vantaggio nella stracittadina e che ha cambiato la storia

eccezzzionale

di Caicedo in biancoceleste. L’attaccante della Lazio in realtà viene da un mese piuttosto positivo e pian pieno sta trasformando i fischi iniziali in applausi. Come lui stesso ha ammesso, ora bisognerà ricordarlo per questo gol e non solo per il famoso errore di Crotone, il “Panterone” è entrato nella storia con la rete messa a segno contro la Roma. E’ stato il mese di Caicedo, con Immobile non al top della condizione, l’attaccante dell’Ecuador ha regalato 6 punti importantissimi alla Lazio contro Frosinone ed Empoli, nelle uniche due vittorie per 1-0 del mese di febbraio. Caicedo sta dimostrando di poter essere all’altezza di sostituire Ciro Immobile almeno sotto l’aspetto dell’importanza tattica, meno sotto l’aspetto realizzativo. I numeri dell’ex Espanyol sono comunque molto importanti, l’ecuadoriano segna un gol ogni 186 minuti, tra gli attaccanti di scorta solo Lautaro Martinez ha una media migliore (1 ogni 173). E un altro dato sorprende ancora di più: in campionato con Caicedo in campo dal primo minuto la Lazio ha vinto 8 partite, una l’ha pareggiata (2-2 con la Sampdoria) e una persa (con l’Inter). La importanza tattica, con assist illuminanti e la capacità di aprire gli spazi ha dato il la alle vittorie più larghe dei biancocelesti. Sarà anche per questo che, come il club a fine febbraio ha rifiutato un’offerta arrivata dalla Cina. In Super League il mercato chiudeva il 28 febbraio e dopo un tentativo già fatto a gennaio erano arrivate nuove proposte. Offerte declinate dalla Lazio, in estate l’idea del trasferimento era stata accantonata, il suo contratto scade nel 2020, e a luglio insieme alla società si faranno delle valutazioni. Nei giorni scorsi Caicedo ha rifiutato anche la nazionale dell’Ecuador del ct Hernan Gomez. Felipe intanto sta prendendo il passaporto spagnolo (libererebbe uno slot alla Lazio da extracomunitario), in Ecuador è un eroe nazionale: tutti vorrebbero il suo ritorno, ma lo lo considera un capitolo è chiuso. Nella testa del “Panterone” ora c’è solo la Lazio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy