• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, crisi senza fine sulla fascia destra. Altra prova negativa di Marusic

Lazio, crisi senza fine sulla fascia destra. Altra prova negativa di Marusic

Per la Lazio continua a mancara l’apporto delle fasce, soprattutto a destra con Marusic

di redazionecittaceleste
Marusic, derby

ROMA – Brutto stop per la Lazio a Marassi. Nonostante le tante assenze i biancocelesti riescono a ottenere il massimo fino a quindici minuti dalla fine.

 

 

eccezzzionale

Poi però ci si mette anche la sfortuna, e il Genoa porta a casa i tre punti con un gol allo scadere di Criscito. Tra i peggiori della squadra di Inzaghi compare senz’altro Adam Marusic. L’esterno montenegrino mette a referto un’altra gara apatica, come spesso è accaduto in questa stagione.

La Lazio è sempre più orfana della spinta sulla fascia destra

Continua l’anno negativo di Adam Marusic. L’esterno destro biancoceleste non riesce a migliorare il suo rendimento, e ciò si ripercuote sull’andamento di gara per la squadra di Inzaghi. Mai una discesa determinante sulla fascia, poco coraggio. Difficilmente lo si vede rischiare una giocata, e quelle volte che arriva a crossare, come accaduto contro il Genoa, la palla finisce o fuori o nelle mani dell’estremo difensore avversario. La partita contro l’Inter in Coppa Italia sembrava avesse aperto un nuovo capitolo per la stagione del numero 77. Invece, dopo il match di San Siro Marusic è tornato timido come i primi sei mesi. Il deficit di gol rispetto allo scorso anno dipende anche dalla poca assistenza dalle fasce.

Ora per la corsia destra c’è anche Romulo, che contro l’Empoli ha già fatto vedere le sue capacità. Ieri, al momento dell’ingresso di Lucas Leiva è sembrato che il principale indiziato ad uscire dovesse essere il numero 77, con conseguente spostamento sulla fascia destra di Romulo. Invece Inzaghi ha tolto l’ex rossoblu, a dimostrazione che a Marusic ci tiene. In vista del prosieguo di stagione però, per il bene della Lazio il tecnico biancoceleste dovrà tenere contro delle gare sottotono del montenegrino, visto che ora la concorrenza sulla corsia destra è aumentata, e i biancocelesti non possono più sbagliare in ottica quarto posto.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy