• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, Gorra: “Che gesto vile di Bakayoko. I biancocelesti raccolgono poco”

Lazio, Gorra: “Che gesto vile di Bakayoko. I biancocelesti raccolgono poco”

Le parole del vicedirettore de Il Tempo, Marco Gorra su Milan-Lazio

di redazionecittaceleste

ROMA – Milan-Lazio ha lasciato un lungo seguito di polemiche, sia per le decisioni arbitrali che per i fatti di fine partita con protagonisti Kessie e Bakayoko.

 

Di ciò ne ha parlato ai microfoni di Radio Incontro Olympia il vicediretto del quotidiano Il Tempo, Marco Gorra. Ecco come si è espresso: “Ho l’impressione che stia venendo fuori una canizza gigantesca dove vale tutto e vince chi strilla più forte. Ora sta passando un concetto sbagliato secondo me, ovvero quello che non si debba prendere in giro l’avversario quando lo batti, e ciò è una follia. L’elemento grave di sabato non è questo, ma che Bakayoko abbia preso la maglia ad Acerbi con l’inganno. Prima ha fatto finta di essere sportivo, poi è andato a festeggiare sotto i propri tifosi con la maglia della Lazio. Questa è la cosa più sbagliata, sinonimo di slealtà e vigliaccheria”.

E continua: “Perché Lotito non si è espresso? Ovviamente ogni tifoso avrebbe voluto vedere il proprio presidente difendere la propria squadra. Probabilmente anche quella di mandare Tare è stata una scelta di Lotito per gettare un po’ di acqua sul fuoco. Detto ciò, se il risultato delle proteste fuori dal campo deve essere una prova tv forzatissima e un calderone dove rientrano migliaia di eventi passati, tutto ciò potrebbe essere controproducente”. Infine sulla partita: “Come al solito la Lazio ha giocato bene, non ha demeritato. Poi, un po’ di errori, un po’ di sfortuna, un po’ di arbitro ecco lì che è arrivato il passo falso. Quest’anno la squadra di Inzaghi raccoglie molto meno di quello che semina. Non me la sento di prendermela con la squadra”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy