• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, Pedro Neto la stella nascente che può diventare subito una risorsa

Lazio, Pedro Neto la stella nascente che può diventare subito una risorsa

Il giovane portoghese Pedro Neto, entrato in campo nei minuti finali contro l’Empoli, ha mostrato un atteggiamento propositivo e molto maturo

di redazionecittaceleste

Pedro Neto

Primi segnali di Pedro Neto in biancoceleste

ROMA – Da oggetto misterioso del mercato estivo della scorsa stagione, pian piano il giovane portoghese classe 2000 Pedro Neto si sta mettendo in luce, nelle poche occasioni concesse da mister Inzaghi. Arrivato nella capitale grazie alla collaborazione del procuratore Mendes, che ha portato a Roma insieme a lui anche il centrocampista classe 99 Bruno Jordao, operazione da 22, 5 milioni di euro. Pedro Neto costerà alla Lazio 12 milioni di euro (7,5 di prestito più 4,5 di riscatto), mentre Bruno Jordao costerà 6,5 milioni di euro (4 di prestito più 2,5 di riscatto). Se il centrocampista Bruno Jordao non sta trovando spazio, l’attaccante esterno Pedro Neto sta cominciando a ritagliarsi il suo spazio alla corte di Inzaghi, contro l’Empoli infatti è entrato in campo al minuti numero 84 al posto di Felipe Caicedo. Nei pochi minuti giocati, con la Lazio in vantaggio di un dolo gol, il portoghese ha mostrato buona personalità, andando ad allungare la squadra biancoceleste con la sua velocità, ma ha mostrato anche maturità nel tenere palla sulla bandierina del corner, per far trascorrere secondi preziosi.

Pedro Neto
Pedro Neto

Grande velocità e progressione per il classe 2000, che in pochi minuti ha messo apprensione ai difensori dell’Empoli. Nel mese di gennaio il DS Tare e il procuratore Mendes hanno parlato del suo futuro, con l’agente lusitano che spingeva per il prestito altrove, ma la Lazio ha preferito tenerlo per la partenza di Rossi, e per avere un’attaccante in più in organico. Con le sue caratteristiche tattiche Pedro Neto potrebbe trovare poco spazio, essendo un attaccante esterno di destra da 4-3-3, infatti con il 3-5-1-1 di Inzaghi l’unica collocazione tattica adatta a lui potrebbe essere quella di seconda punta, anche se il portoghese esprime al meglio le sue qualità sull’esterno. Fino ad oggi ha collezionato 3 presenze in totale con la maglia biancoceleste, 2 in campionato e una in Coppa Italia, per un totalae di 19 minuti. Chissà se da qui a fine stagione, con i molteplici impegni della Lazio, riuscirà a trovare più spazio e magari a sorprendere Inzaghi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy