• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Marusic rinasce anche in Montenegro: 90′ di corsa e sostanza

Marusic rinasce anche in Montenegro: 90′ di corsa e sostanza

Il terzino biancoceleste ha giocato tutta la gara di Sofia pareggiata dalla sua nazionale contro la Bulgaria

di redazionecittaceleste

ROMA – Non basta il gol di Stefan Mugosa al Montenegro per ottenere la prima vittoria nel girone di qualificazione all’Europeo del 2020, ma Marusic resta in campo 90′ minuti e conferma l’ottimo stato di forma ritrovato con la Lazio.

eccezzzionale

A Sofia la Bulgaria è riuscita a rimontare la rete del vantaggio montenegrina a otto minuti dal termine della gara grazie al gol su calcio di rigore di Todor Nedelev. Novanta minuti per Adam Marusic che ha giocato sulla fascia destra della difesa a quattro montenegrina, che si è ben comportata in Bulgaria. Il Montenegro muove la classifica ottenendo il primo punto in classifica nel girone A in attesa di sapere il risultato tra Inghilterra e Repubblica Ceca di questa sera. Anche Marusic continua a correre e a non fermarsi più. Ottima notizia per il ritorno dalla sosta contro l’Inter, anche se Adam dovrà affrontare ancora il 25 marzo l’impegnativa sfida contro l’Inghilterra. Ovviamente Inzaghi a Formello incrocia le dita.

RINASCITA

E’ rinato. Anzi, l’esterno destro montenegrino è tornato a correre e come sulla fascia, cosa che quest’anno sembrava aver scordato. La prima metà della stagione del numero 77 biancoceleste compreso gennaio è stata da incubo. Dopo la fine del mercato però, e il conseguente arrivo di Romulo dal Genoa, guarda caso il rendimento di Marusic ha ricominciato a salire. Non tanto nei numeri: un gol nei primi mesi, e un gol da gennaio in poi, senza alcun assist. Ma sicuramente in merito alla presenza in campo e all’incisività nei match. Evidentemente la concorrenza di Romulo ha stimolato il montenegrino, che fino a inizio 2019 si nascondeva dietro ai problemini fisici. Ora, questi ultimi sembrano ormai lontani, visto anche il record di velocità raggiunta contro la Fiorentina, ben 34 km/h. I biancocelesti hanno obbiettivi importanti da raggiungere, e avere tutti al top della forma potrebbe essere un dettaglio non da poco. Benedetta concorrenza.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy