Abdellaoue in arrivo…

Abdellaoue in arrivo…

Il nome già c’è, o meglio al momento è il primo della lista. Si tratta dell’attaccante norvegese, di origine marocchina, Mohammed Abdellaoue dell’Hannover 96. Un giocatore di ventisei anni, alto 184 centimetri e ambidestro, che può fare il centravanti, ma, grazie alle sue capacità dinamiche e tecniche, anche la seconda…

Il nome già c’è, o meglio al momento è il primo della lista. Si tratta dell’attaccante norvegese, di origine marocchina, Mohammed Abdellaoue dell’Hannover 96. Un giocatore di ventisei anni, alto 184 centimetri e ambidestro, che può fare il centravanti, ma, grazie alle sue capacità dinamiche e tecniche, anche la seconda punta, partendo esterno a destra o sinistra. Insomma, duttile quanto basta e l’ideale per affiancare Klose. Ma arrivare a Moa Abdellaoue non è un’impresa semplice. O meglio, la Lazio ci sta provando ed è piuttosto convinta nonostante la richiesta di otto milioni da parte dei tedeschi. Prima di poter arrivare alla punta che tanto piace a Petko (è stato lui a segnalarlo), la Lazio deve sfoltire il reparto avanzato.

Sulla lista di partenza, e in rigoroso ordine di proposte ricevute a Formello, ci sono Alfaro, Floccari, Rocchi e Zarate. E’ a tutti gli effetti una corsa contro il tempo, se non altro perché all’ultimo giorno di mercato mancano appena quattro giorni. Il primo che dovrebbe accasarsi a breve dovrebbe essere Emilio Alfaro. Per lui ci sono il Chievo, il Siena e sempre il Cesena. I veneti appaiono quelli più vicini, con la formula del prestito oneroso, circa 500.000 euro, più un riscatto fissato a quasi 2,5 milioni. Tra oggi e domani si potrebbe definire la trattativa. L’altra operazione che sembrava vicinissima alla chiusura era quella che portava Floccari al Bologna. Anche qui prestito oneroso, circa 800.000 euro, più un riscatto a giugno di 3,4 milioni di euro. Il problema è che ieri sera qualcosa si è arenato, un po’ a causa del ritardo della cessione di Ramirez in Inghilterra, ma anche a causa dell’ingaggio dell’attaccante laziale che è di ben 1,3 milioni di euro a stagione fino al 2014. I due club avevano trovato un punto d’intesa, ma l’affare ancora non è stato chiuso anzi per certi versi si è complicato. Oggi il diesse Tare, forse a Milano, tenterà di rimettere in piedi il tutto, ma non è semplice. Il Bologna lo vuole, ma bisogna fare attenzione all’Atalanta che per la punta calabrese potrebbe tornare in ballo.

Discorso simile per Rocchi con l’Udinese. Oggi è previsto un incontro tra il capitano e la società per decidere il da farsi. Anche qui l’Udinese preme, con la Lazio che vorrebbe inserire l’altra metà di Candreva. Si vedrà. Per quanto riguarda Zarate, forse il vero attaccante di cui la società si vorrebbe disfare (tra i motivi la mancata adesione alla spalmatura), non sono arrivate proposte serie, bensì inferiori ai sei milioni di euro. Se la Lazio riuscirà a piazzare due di questi attaccanti, almeno nei prossimi due giorni, allora ci sarà qualche speranza di arrivare a una punta come Moa Abdellaoue.

Fonte: il messaggero

Simone Davide-Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy