Lazio, Caicedo desaparecido: ecco perché il Rayo l’ha mollato

Lazio, Caicedo desaparecido: ecco perché il Rayo l’ha mollato

di redazionecittaceleste

ROMA – Felipe Caicedo, alla fine dei conti, è rimasto nella Capitale. L’attaccante ecuadoriano, dato perennemente in uscita dalla Lazio durante tutto lo scorso calciomercato estivo, era stato accostato in successione a diversi club turchi, americani, messicani e spagnoli. Proprio dalla terra iberica, in cui si era discretamente disimpegnato con le maglie di Malaga, Levante ed Espanyol, sembrava deciso a farsi avanti il Rayo Vallecano neopromosso in Liga. Si parlava, addirittura, di un’offerta pronta ad essere presentata, ma mai palesata sulla scrivania di Igli Tare. Il perché? Semplice. I madrileni, infatti, avevano puntato El Pantera soltanto come alternativa nel caso in cui il Real non avesse abbassato le pretese per Raul de Tomas, attaccante classe 1994 e uomo promozione dei biancorossi in virtù dei 24 gol siglati in 32 presenze. Dopo un lungo tira e molla, però, i Galacticos hanno acconsentito a cedere nuovamente in prestito il giovane, che è stato raggiunto alla corte di Michel anche da Alvaro Garcia del Cadice e José Pozo dell’Almeria. Con un reparto offensivo totalmente rifatto, dunque, il Rayo ha chiuso contestualmente le porte ad un Caicedo destinato a rimanere in biancoceleste almeno fino a gennaio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy