L’Udinese gioca il Jolly Candreva per Kozak..

L’Udinese gioca il Jolly Candreva per Kozak..

L’Udinese congela tutto fino a martedì 28. L’intero staff è concentrato sull’obiettivo Champions League. Una volta conosciuto il destino europeo, la società punterà forte sugli ultimi tre giorni di mercato. I problemi di Luis Muriel e la fragilità di Vitor Barreto inducono Gino Pozzo e i suoi più stretti collaboratori…

L’Udinese congela tutto fino a martedì 28. L’intero staff è concentrato sull’obiettivo Champions League. Una volta conosciuto il destino europeo, la società punterà forte sugli ultimi tre giorni di mercato. I problemi di Luis Muriel e la fragilità di Vitor Barreto inducono Gino Pozzo e i suoi più stretti collaboratori a pensare di trovare un’altra punta. Il profilo è tracciato: giocatore di affidabilità, che non si arrabbia se sta in panchina e non ha un ingaggio elevato.

Nomi – Alberto Gilardino, che guadagna più di Di Natale, non eccita i bianconeri. Che un’idea ce l’hanno. L’attaccante che piace di più, e non da ieri, è Libor Kozak, 23 anni, ceco, 4 gol nello scorso campionato, di proprietà della Lazio che non sembra intenzionata a cederlo perché è già in dirittura d’arrivo per dare Floccari all’Atalanta. Ma l’Udinese ha un jolly che può giocare ed è Antonio Candreva, di cui detiene la metà, che alla Lazio è rinato. La partita si gioca su questo tavolo. Fino al 31 si lavora. Le alternative non mancano. In lista d’attesa ci sono il doriano Pozzi e il bresciano Caracciolo che, allettato dall’Europa, potrebbe tentare il gran finale di carriera. Il discorso Gilardino vale anche per Rolando Bianchi, scambiabile con Barreto col Torino: lo stipendio di Rolly è fuori portata. […]

Fonte: Gazzetta dello Sport – Francesco Melluzzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy