MERCATO – Lazio, ecco un identikit delle punte

MERCATO – Lazio, ecco un identikit delle punte

Commenta per primo!
Lotito

ROMA – Siamo a 18 giorni dalla chiusura del mercato e la Lazio si è mossa prevalentemente in uscita andando a puntellare la rosa, in attesa di scoprire quale sarà il futuro di Biglia e Keita. Il senegalese è destinato a lasciare il centro sportivo di Formello. Ecco un identikit di chi potrebbe sostituirlo, in un famoso ballo sulle punte, ideato dalla premiata ditta Lotito e Tare.

FABIO BORINI – Attaccante classe 1991, 24 anni, spesi tra Serie A e Premier League. La sua migliore stagione la disputa in giiallorosso, dove segna 10 reti in 26 partite, al Chelsea non ha fortuna, prima di approdare al Liverpool: nella prima stagione con i Reds colleziona 13 presenze e 1 gol. A Sunderland si trova a casa e nel 2013/14 è senza dubbio la sua stagione migliore d’Oltre Manica: 32 presenze e 7 gol all’attivo condite da 3 assist. Prima di ritornare al Liverpool dove colleziona appena 13 gettoni 1 gol e un assist. E’ finito ai margini del progetto di Brendan Rodgers, ha un contratto fino al 2017 e una valutazione di mercato pari a 7 milioni di euro. Per il Pirata è il momento di salpare dal porto di Liverpool verso nuovi lidi.

CEDRIC BAKAMBU – Nasce nel Sochaux, dove disputa 107 partite mettendo a segno 21 gol. Ha la stessa età di Borini, lo scorso anno viene acquistato dal Bursaspor, dove, in appena 40 partite raggiunge lo stesso numero di gol realizzati nel campionato francese: 21 divisi tra Super Lig – il campionato turco di serie A – dove ne segna 13 e in Coppa di Turchia dove trascina il suo club alla vittoria finale grazie a 8 centri. Quest’anno è stato protagonista anche nella Supercoppa di Turchia persa dal Bursaspor contro il Galatasaray dove ha perso per 1 a 0, giocando 90 minuti. Valutazione di mercato pari a 5,5 milioni di euro, può fare l’esterno e anche la prima punta e ha un contratto fino al 2018

JAIME BAEZ – E’ il più giovane dei tre, ha 20 anni, la stessa età di Keita, lo ha proposto Alessandro Lucci lo stesso procuratore di Djordjevic e Alvaro Gonzalez, Tare si fida di lui, ma l’investimento è alto: si parla di 4 milioni di euro. Attaccante rapido, nello scorso campionato uruguaiano, ha messo a segno 6 gol in 20 presenze, 5 nel campionato di apertura e 1 in quello di chiusura. Sarebbe una vera e propria scommessa, meglio non azzardare, bisogna essere sicuri evitando di ripetere casi come Perea e Alfaro, mal digeriti dalla piazza biancoceleste. Questa sera, chi vuole gustarselo, sarà al centro dell’attacco della Juventud impegnata in casa – calcio d’inizio alle 23,30 – contro il Real Potosì, match valevole per la Coppa Sudamericana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy