BAD BOY – Tounkara squalificato. La Lazio dice no al mondiale col Senegal…

BAD BOY – Tounkara squalificato. La Lazio dice no al mondiale col Senegal…

È destino che Simone Inzaghi, nel periodo più importante della stagione, debba avere l’attacco spuntato: uno rientra, ma uno esce. Succederà anche sabato a Formello, quando la Primavera si giocherà in gara secca contro il Palermo l’accesso alla Final Eight: dopo quella con la Sampdoria, serve un’altra vittoria per volare…

È destino che Simone Inzaghi, nel periodo più importante della stagione, debba avere l’attacco spuntato: uno rientra, ma uno esce. Succederà anche sabato a Formello, quando la Primavera si giocherà in gara secca contro il Palermo l’accesso alla Final Eight: dopo quella con la Sampdoria, serve un’altra vittoria per volare in Liguria, dove dal 9 al 16 giugno ci sarà in palio lo scudetto. Torna Chris Oikonomidis, ma mancheràMamadou Tounkara: l’ingenua (a dir poco) espulsione nel finale di Lazio-Sampdoria gli è costata due turni di squalifica, colpa dell’ironico applauso rivolto all’arbitro. L’australiano, invece, ha superato la lesione al flessore e sarà regolarmente in campo sabato. 

 

 

 

 

 

Probabilmente, però, sarà l’ultima partita stagionale di Oikonomidis con la Lazio: il c.t. della nazionale australiana, Postecoglou, lo ha convocato per la prima partita di qualificazione al Mondiale 2018, che i Socceroos – che si raduneranno a Dubai – giocheranno il 16 giugno (giorno della finale del campionato Primavera) in Kirghizistan. Motivo, questo, per cui Chris salterà la Final Eight. Discorso diverso per gli altri due stranieri convocati: Moustapha Seck e lo stesso Tounkara, chiamati dal Senegal Under 20 per il Mondiale che inizierà sabato in Nuova Zelanda e che durerà fino al 20 giugno. Il primo è senegalese a tutti gli effetti (è nato a Dakar); l’attaccante, invece, è nato in Spagna da genitori senegalesi, e ha scelto la nazionalità africana, a differenza del terzo ex Barcellona, Keita Balde Diao, che invece attende il passaporto spagnolo che non arriva per essere convocato con le Furie Rosse (cavilli burocratici che non si sbloccano da oltre un anno) e di cui si era parlato anche a proposito di una possibile convocazione in azzurro. Per i due Primavera in partenza per la Nuova Zelanda, invece, è arrivato il no della Lazio: Tounkara e Seck non si muovono, anche se solo il terzino potrà giocare sabato ed eventualmente il quarto di finale.

 

Gabriele Gerini

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy