GAZZETTA.IT – “Lulic super con la Bosnia. Ma a Roma non ha più il posto”

GAZZETTA.IT – “Lulic super con la Bosnia. Ma a Roma non ha più il posto”

Tre assist per ripartire. Senad Lulic è tornato e in attesa di riprendersi la Lazio, ha già lasciato il segno in nazionale. Contro Andorra, è stato il mancino biancoceleste a mettere in moto Dzeko in tutte e tre le segnature della Bosnia. Particolarmente pregevole la sponda sul primo gol, un…

Tre assist per ripartire. Senad Lulic è tornato e in attesa di riprendersi la Lazio, ha già lasciato il segno in nazionale. Contro Andorra, è stato il mancino biancoceleste a mettere in moto Dzeko in tutte e tre le segnature della Bosnia. Particolarmente pregevole la sponda sul primo gol, un tocco di classe di rara bellezza. Al fantacalcio sarebbe stato un +3… . “Non contano gli assist, ma le vittorie della squadra – ha detto Lulic a fine gara -. Dobbiamo cercare di vincere le prossime gare per poter sperare di andare all’Europeo”.

 

INFORTUNIO E RITORNO — Lesione di secondo grado al legamento collaterale interno del ginocchio sinistro. Lulic si fa male contro la Sampdoria nella prima giornata del 2015, quando è un titolare indiscutibile, nonostante i dubbi sul suo futuro alla Lazio. Al fantacalcio è però una sicurezza: standard di rendimento elevato, tre gol e due assist. Poi il crac. La Lazio senza di lui cambia: esplode Felipe Anderson, Pioli passa spesso al 4-2-3-1. E qui nascono i problemi per il bosniaco. Lulic rientra con il Verona, giocando 17 minuti. Normale alla prima dopo un lungo stop. Ma qualche ombra c’è: al posto di chi può giocare Lulic? Felipe Anderson è imprescindibile, Mauri il capitano, Candreva è tornato ad alti livelli. E nel centrocampo a due, Biglia e Parolo sembrano più adatti. Quattro giocatori (Parolo, Biglia, Cataldi e, appunto, Lulic) per tre maglie (o due, qualora Pioli decida di proseguire con il 4-2-3-1) in mezzo al campo, più Candreva, Felipe Anderson, Klose e Mauri in avanti, aspettando il rientro di Djordjevic. Il bosniaco potrebbe retrocedere da terzino, ma da quando Pioli ha ritrovato Radu, Basta e gli altri la Lazio è una delle migliori difese della Serie A. Toccare un giocattolo che funziona è sempre un azzardo. E allora Lulic rischia di vivere un finale di stagione da comprimario. Al fantacalcio e non solo.

 

(fonte:gazzetta.it)

 

Cittaceleste.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy