SENZA SCUSE – Uefa, facci sentire l’inno della Champions – FOTO

SENZA SCUSE – Uefa, facci sentire l’inno della Champions – FOTO

Commenta per primo!
Champions,Lazio,regolamento,inno

ROMA – Uefa, facci sentire l’inno della Champions, è quello che migliaia di tifosi della Lazio stanno invocando a gran voce. La loro squadra del cuore ritorna nella massima competizione continentale a distanza di 7 anni dall’ultima partecipazione avvenuta durante l’edizione 2007/08.

ANDIAMO AL REGOLAMENTO – Inno Champions si oppure inno Champions no? E’ quello che si stanno chiedendo in molti. Facciamo un po’ di chiarezza. Fino ad ora, andando a vedere gli spezzoni e gli ingressi dei turni precedenti dei prelminari di Champions, la canzone composta da Tony Batten nel 1992 dall’inno di incoronazione Zadok The Priest di Georg Friedrich Handel è solo un lontano ricordo. Negligenza della Uefa? Regolamento alla mano è proprio il caso di dire di sì. Il nuovo regolamento della Uefa Champions League del triennio 2015/18 parla chiaro. Nella parte dedicata al protocollo della partita, articolo 40 comma 3, si parla chiaro: “A partire dagli spareggi, la musica di ingresso fornita dalla UEFA deve essere suonata da quando i giocatori escono dal tunnel dei giocatori fino a quando non si sono dsposti in fila, a quel punto l’inno della UEFA Champions League offerto da UEFA deve essere suonato. Gli inni nazionali non possono essere riprodotti”. Olympia e la carica dei trentacinquemila, sono già la cornice perfetta di una serata tutta da vivere. L’inno della Champions sarebbe la ciliegina sulla torta per il ritorno della Lazio nell’Olimpo dei campioni.

REGOLAMENTO UEFA 2015

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy