Bollini: “Dobbiamo migliorare la fase difensiva”

Bollini: “Dobbiamo migliorare la fase difensiva”

FORMELLO – Nel post partita la parola passa a mister Alberto Bollini che ha una grande fetta di merito: la Lazio è la più forte e lo è grazie a lui. La squadra sembra anche migliore di quella che lo scorso anno ha portato a Formello lo scudetto: “Diciamo che…

FORMELLO – Nel post partita la parola passa a mister Alberto Bollini che ha una grande fetta di merito: la Lazio è la più forte e lo è grazie a lui. La squadra sembra anche migliore di quella che lo scorso anno ha portato a Formello lo scudetto: “Diciamo che ho giocatori che hanno mentalità e ritmo. Sanno scendere in campo: almeno sei undicesimo conoscono già i nostri meccanismi. Alcuni ragazzi sono importanti a livello fisico oltre che tecnico e oggi abbiamo avuto l’esempio di Minala. Poi abbiamo Elez che stiamo facendo inserire a livello tecnico. Diciamo che il paragone con la lazio dello scorso anno ci può stare soprattutto a livello di compattezza però in primavera è così: ogni anno c’è un ciclo nuovo, un libro diverso. La valorizzazione del singolo viene prima di tutto, ma i vari singoli fanno la squadra che è la cosa più importante”.

 

Ci sono giocatori che vengono shcierati meno ma sono comunque importanti e magari fanno gol come oggi Sterpone: “Da noi viene premiato molto l’atteggiamento, l’impegno e la presenza in campo. Per esempio Steri ha grandi doti tecniche ma lo rimprovero sempre perchè non vuole metterle al servizio della squadra e molte volte è rimasto in panchina. E’ successo anche con Palombi e oggi è tornato Sterpone. Lui non giocava uno spezzone di gara ufficiale da un anno. Questo significa partecipazione agli allenamenti, interesse e grande partecipazione. Se i ragazzi prendono la giusta mentalità si può far bene”.

La Lazio è forte, domina le partite ma statisticamente subisce sempre almeno un gol: “C’è sempre da migliorare. Questo è un dato di fatto: a livello anche individuale cerchiamo di allenarci molto sulla fase difensiva e sulle marcature. Anche con il Latina ricordo che come spesso accade abbiamo preso gol per un nostro calo di concentrazione. Stessa cosa a Crotone e con il Napoli. Dobbiamo lavorare a livello di prestazione e concentrazione. Ma non è una questione di singoli, dobbiamo imparare a prevenire. E’ anche vero che dall’altra parte segnamo con quasi tutti i giocatori però ammetto che nel calcio esistono due fasi e noi dobbiamo migliorare quella difensiva”.

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy