Difesa a tre per Petko, torna Brocchi

Difesa a tre per Petko, torna Brocchi

FORMELLO – Doppia seduta quest’oggi al centro sportivo biancoceleste, a conferma delle parole di mister Petkovic nell giornata di ieri, in cui annunciava che: Si sarebbe tornati a fare sul serio”. Nella parte mattutina, iniziata alle ore 10, il preparatore Rongoni ha messo tutti i presenti sotto torchio(tra esercizi e…

FORMELLO – Doppia seduta quest’oggi al centro sportivo biancoceleste, a conferma delle parole di mister Petkovic nell giornata di ieri, in cui annunciava che: Si sarebbe tornati a fare sul serio”. Nella parte mattutina, iniziata alle ore 10, il preparatore Rongoni ha messo tutti i presenti sotto torchio(tra esercizi e lavoro atletico su campo), prima di lasciare spazio al tecnico per una partitella finale 9v9. Nel pomeriggio invece, è andata in scena l’amichevole a porte chiuse contro il Civitavecchia conclusa 6-2, dove si sono potute registrare interessanti novità.

Prove di difesa a tre – L’avevano presentato con questo biglietto da visita, ultimamente l’aveva lasciato intendere, oggi l’ha detto chiaramente: si lavora su un modulo che preveda la difesa a tre come possibile alternativa e per rendere ancora più camaleontica la sua Lazio. “La proveremo durante questa pausa. E’ uno schema che mi piace tantissimo”, le sue parole in un’anticipazione di un esclusiva rilasciata a “Teleroma56”Detto, fatto. Contro il Civitavecchia ha subito messo insieme Biava, Ciani e Dias, schierando un 3-5-2 che però, alla prima seppur sperimentale, ha incassato due reti contro una squadra di Serie D. A centrocampo Ledesma ha agito in cabina di regia, Hernanes e Mauri come intermedi, con Scaloni e Zauri sugli esterni pronti ad abbassarsi sulla linea dei difensori.

Doppio Floccari, luci per Brocchi – Nella prima frazione di gara spazio alla coppia Zarate-Kozak, rimasti però a secco. In gol invece per la Lazio, ci sono andati Ledesma (su rigore nel primo tempo), Scaloni , Mauri, Rocchi e due volte Floccari. Il candidato numero uno a vice-Klose, dopo la fiducia concessa da Petkovic contro il Maribor, sta dando il massimo per continuare a meritarla nel prossimo futuro. Anche Capitan Rocchi, subentrato nell’intervallo assieme al calabrese, ha lanciato un segnale di buona salute con una marcatura. Il messaggio più importante però, arriva da Cristian Brocchi, finalmente in campo per tutto il secondo tempo, alla fine di un lungo calvario. Ha messo il Milan nel mirino, la convocazione è ora possibile.

Infermeria – Oltre agli otto giocatori impegnati con le rispettive nazionali (Klose, Lulic, Cavanda, Stankevicius, Onazi, Candreva, Gonzalez e Cana), non hanno partecipato alla partitella Radu e Diakitè, mentre Ederson e Konko hanno svolto un lavoro regime differenziato.  Controlli in vista invece per Cristian Ledesma, per il quale domani è prevista la sua presenza in Paideia. Una decisione presa prima di scendere in campo con il Civitavecchia, per questo non si teme nulla di grave. Per il diesel biancoceleste con tutta probabilità, si tratterà di un semplice tagliando.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy