Doppio nodo Lulic-Konko

Doppio nodo Lulic-Konko

FORMELLO – Meritato quanto utile giorno di riposo, quello concesso da Vladimir Petkovic ai suoi ragazzi tornati vittoriosi dalla trasferta di Verona contro il Chievo, dove la Lazio si è imposta per 1-3 grazie ad un Hernanes in versione messia. Un rompete le righe quantomai necessario, in considerazione del tour…

FORMELLO – Meritato quanto utile giorno di riposo, quello concesso da Vladimir Petkovic ai suoi ragazzi tornati vittoriosi dalla trasferta di Verona contro il Chievo, dove la Lazio si è imposta per 1-3 grazie ad un Hernanes in versione messia. Un rompete le righe quantomai necessario, in considerazione del tour de force che la squadra affronterà nelle prossime tre settimane, dove giocherà ogni tre giorni senza la possibilità di tirare il fiato. Petkovic lo sa bene, come dichiarato oggi ai microfoni della radio ufficiale: Questo è un momento particolare, forse è l’unico giorno che potevo dare per staccare un pò”. Tutti avvertiti dunque, da domani fino alla fine del ciclo delle prossime sei gare, si lavorerà in apnea.

Doppio nodo Lulic-Konko – In ottica Londra, dova la Lazio sosterrà la sua gara d’esordio del girone J di Europa League, contro il Tottenham di Villas Boas, tiene banco la questione terzini. Lulic è stato lasciato a riposo per la gara del Bentegodi, reduce dal riacutizzarsi per una distorsione alla caviglia per una botta rimediata in nazionale, c’è ottimismo sul suo impiego ma servirà la definitiva conferma nei prossimi due giorni di allenamento. Un situazione simile a quella di Abdoulay Konko, il cui campanello d’allarme però, sembra suonare in tono maggiore. Il difensore francese ha lasciato il campo all’intervallo della sfida di Verona, a scopo precauzionale come appreso da fonti societarie, causa una lieve contrattura subita al polpaccio sinistro nella prima frazione di gara. Per lui si attendono i responsi degli accertamenti clinici, in caso di parere negativo di nuovo spazio a Luis Pedro Cavanda e, se anche il collega bosniaco non dovesse farcela, le uniche soluzioni rimaste sarebbe quelle di Scaloni e Zauri.

Ripresa in mattinata – Domani sarà regolarmente presente al centro sportivo biancoceleste, per ripartire con l’unica seduta prevista per le ore 11. Il tecnico valuterà la condizione generale dopo le fatiche veronesi, con un focus particolare agli elementi chiave come Klose, Hernanes, Ledesma, Mauri e Dias, tutti con novanta minuti sulle spalle. Gli unici ad aver goduto di qualche minuto di riposo sono stati Candreva e Gonzalez, la cui candidatura assume ancor più inattaccabilità per la gara di giovedì. Biava invece, nel finale di partita contro i clivensi, ha rimediato una botta alla spalla che potrebbe regalare qualche chance da titolare per il neo-acquisto Ciani. Petkovic però, com’è ormai noto, non ha nelle sue corde l’idea di turnover, bensì pensa partita dopo partita. Se gli uomini fin qui utilizzati dimostreranno di stare bene, non ci saranno sorprese di formazione rispetto alle ultime uscite. Infortuni permettendo.

L’inviato – Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy