Onazi è tornato, Ledesma tiene in ansia Reja

Onazi è tornato, Ledesma tiene in ansia Reja

ROMA – Siamo all’antivigilia della sfida contro l’Atalanta e mister Reja è tornato ad avere la rosa quasi al completo. Dopo la prima mezz’ora dedicata ad una seduta video per studiare gli avversari, oggi è tornato in campo Onazi, l’ultimo reduce dalle fatiche con le nazionali. Ledesma ha ancora il…

ROMA – Siamo all’antivigilia della sfida contro l’Atalanta e mister Reja è tornato ad avere la rosa quasi al completo. Dopo la prima mezz’ora dedicata ad una seduta video per studiare gli avversari, oggi è tornato in campo Onazi, l’ultimo reduce dalle fatiche con le nazionali. Ledesma ha ancora il ginocchio sinistro gonfio e ha svolto un lavoro differenziato sul campo agli ordini del preparatore Fonte, sono fortemente al ribasso le possibilità di vederlo in campo contro l’Atalanta. Mauri invece, alle prese con un fastidio muscolare, ha effettuato una corsa differenziata intorno al campo insieme ad Andrè Dias.

DIFESA A QUATTRO – A questo punto il mister goriziano sembra essere sempre più orientato ad un 4-3-3, con la linea difensiva composta sugli esterni da Konko e Radu, al centro della difesa spazio a Biava e Cana, il principale candidato a sostituire il centrale brasiliano Andrè Dias. In porta si va verso la conferma di Marchetti dopo la grande prova di Firenze.A centrocampo, con Ledesma non in perfette condizioni, sicuro del posto è Biglia in cabina di regia, supportato da un centrocampo muscolare, composto da Onazi e Gonzalez, con la seconda opzione di far riposare uno dei due e mettere dentro Lulic nel ruolo di mezz’ala sinistra. Se invece il numero 24 biancoceleste dovesse farcela, Lulic entra in ballottaggio con Keita come esterno di attacco, con uno tra Onazi e Gonzalez pronti ad accomodarsi in panchina. Al centro dell’attacco tornerà Miroslav Klose che, dopo aver guidato l’attacco della Germania, ritroverà il suo posto al centro dell’attacco biancoceleste dopo la tribuna del Franchi. Gli esterni di attacco dovrebbero essere,l’onnipresente Candreva e il giovane Keita.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy