Rivoluzione anti-Roma. Allarme Hernanes?

Rivoluzione anti-Roma. Allarme Hernanes?

FORMELLO – Il derby si avvicina inesorabile, ma prima c’è da risolvere la pratica Panathinaikos, crocevia fondamentale per ipotecare il passaggio nella fase a gironi di Europa League. Le scelte di Petkovic, per la sfida di giovedi, saranno inevitabilmente condizionate dall’imminenza della stracittadina. Con due soli punti melle ultime tre…

FORMELLO – Il derby si avvicina inesorabile, ma prima c’è da risolvere la pratica Panathinaikos, crocevia fondamentale per ipotecare il passaggio nella fase a gironi di Europa League. Le scelte di Petkovic, per la sfida di giovedi, saranno inevitabilmente condizionate dall’imminenza della stracittadina. Con due soli punti melle ultime tre partite, in campionato, urge un’inversione di tendenza. Per questo appare necessario un massiccio turnover, per presentarsi con forze fresche e riposate contro la Roma di Zeman. Turnover che non mancherà di essere applicato, che potrebbe coinvolgere ben 8/11imi del blocco titolare.

Si torna al lavoro, allarme verdeoro – Dopo la video analysis di ieri, durata oltre un’ora, nella quale il tecnico ha approfondito tutte le mancanze di Catania, oggi si è tornati al lavoro sul campo a partire dalle ore 15. La seduta, durata un’ora abbondante, si è composta di una prima parte di riscaldamento, seguita da prove tattiche e lavoro con il pallone, conlusa con una partitella a campo ridotto. Tutti presenti, Marchetti incluso che si è riaggregato ai compagni in ottica derby, tranne i brasiliani Hernanes e Ederson. Il profeta aveva preso una botta al polpaccio nella disfatta siciliana, è stato sotituito all’intervallo e si è accesa la spia dell’allarme, ma la sirena ancora tace. Per quanto riguarda il collega ex-Lione invece, le speranze di vederlo convocato qiuasi nulle.

Finalmente Radu, difesa ex-novo – La buona notizia arriva dal difensore romeno, finalmente giunto alla fine del lungo calvario, pronto al rilancio dal 1′ dopo le tre panchine consecutive. L’idea del tecnico è quella di riproporlo nerl ruolo di terzino sinistro, per far rifiatare un Lulic decisamente fuori forma. Petkovic quest’oggi l’ha provato nella consueta linea a quattro di difesa, dove, a sorpresa, al centro ha scherato cana in coppia con il francese Ciani, mentre sulla fascia destra è in pole Scaloni. In porta toccherebbe ancora una volta ad Albano Bizzarri. Una difesa totalmente inedita, che però garantirebbe il totale riposo a Dias & Co.

Prove di 4-4-2, in tre per una maglia – L’orientamento è quello di dare continuità allo schema con due punte e quattro centrocampisti. Nelle prove odierne, Ledesma e il redivivo Onazi hanno costruito la cerniera in mediana, mentre sugli esterni spazio ad Alvaro Gonzalez e Stefano Mauri.  Una linea camaleontica, in grado di trasformarsi in un 4-3-1-2 con Mauri alle spalle degli attaccanti, con Gonzalez a scalare mezz’ala. In attaco e lotta a tre: Floccari, Zarate e Kozak si giocano il posto, con l’argentino sfavorito rispetto agli altri due. Non ci sarà Rocchi, fuori dalla lista Uefa, mentre Klose verrebbe risparmiato per il march contro la Roma.

Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy