Petkovic: ‘Io sul banco degli imputati. Hernanes…’

Petkovic: ‘Io sul banco degli imputati. Hernanes…’

CATANIA – Vladimir Petkovic, si è presentato ai microfoni di Mediaset Premium per commentale la sconfitta pesantissima della Lazio a Catania: “Sicuramente potevo stare meglio. Sul banco degli imputati mi ci metto io. Meritavamo il vantaggio fino all’1-0. Quello che è inspiegabile è quello che è successo dopo il secondo…

CATANIA – Vladimir Petkovic, si è presentato ai microfoni di Mediaset Premium per commentale la sconfitta pesantissima della Lazio a Catania: “Sicuramente potevo stare meglio. Sul banco degli imputati mi ci metto io. Meritavamo il vantaggio fino all’1-0. Quello che è inspiegabile è quello che è successo dopo il secondo gol. Evidentemente non sono riuscito ad entrare nella loro testa come pensava”.

La squadra forse pensava troppo al Derby: “Il Derby è una partita importante. Ma dobbiamo concentrarci su questa quando arriva. In tutte le gare dobbiamo entrare con la testa giusta. Hernanes male? Era in forte dubbio. Era arrivato in condizioni muscolari non ottimali. Avevo forti dubbi sul suo impiego e l’ho tirato fuori per non rischiare quando ho visto il risultato. L’attacco non segna? Dobbiamo essere più cattivi”.

Lazio a ritmi bassi: “Sul piano del ritmo abbiamo retto bene. Anche nella ripresa abbiamo proposto il nostro gioco. Mancava la convinzione. E’ solo questione di testa.”

Il Derby è una gara come le altre come diceva Zeman? “Il Derby non è come le altre, ma c’è prima l’Europa League. Ricordiamolo”.


Ai microfoni Sky, Petkovic ha aggiunto: “Per essere nella posizione dove vogliamo stare, dobbiamo essere tutti al 100%. Credo che siamo un po’ riserva. Zeman? Noi abbiamo un problema diverso. C’è il Panathinaikos prima di pensare a questo importantissimo Derby. Avrà un sapore particolare. Sono convinto che i giocatori, dopo questo 4-0, torneranno con i piedi per terra. Ricominciare da 0, tutti insieme. Abbiamo l’obbligo di dare di più anche per i tifosi. Rinnovo di contratto? Queste sono solo voci. Sono appena quattro mesi che alleno in Italia. Ci vuole tempo per vincere e convincere. Il mio contratto è già valido così. I miei pensieri non vanno verso il prolungamento”.


CATANIA – Vladimir Petkovic, si è presentato in conferenza stampa allo Stadio Massimino: “Non è iniziata male la partita. E’ iniziata molto bene e nell’occasione di Rocchi si doveva segnare. Abbiamo poi subito una rete evitabile. Quello che mi dispiace, che mi ha deluso molto, è stata la mancata reazione mentale dopo il 2-0. Chiedo scusa alla gente. Quando si va bene, io ho qualche merito, e qui invece mi prendo le colpe. La mia colpa è quella di non aver ancora portato la mentalità giusta per reagire in modo positivo. Ci abbiamo provato nel secondo tempo, ma il nostro possesso palla era privo di cattiveria.”

 

La formazione: “Io valuto la formazione prima di ogni partita. Mi assumo ogni responsabilità, ma voglio che i miei giocatori mi diano retta. Forse con 2-3 mosse ho un po’ destabilizzato la squadra, ma lo squilibrio ha portato solo cose negative.”

 

Zarate out: “Io cerco sempre di mettere i 14 migliori in quel momento”

 

Gara preparata? “La mia squadra era pronta sul piano tattico. Avevamo discusso di questa partita. Mi dispiace solo che la convinzione iniziale sia svanita.”

 

Dove è mancata la Lazio: “Sul piano mentale. Non abbiamo reagito. Abbiamo ritardato 1-2 secondo gli automatismi, lasciando spazi e tempi all’avversario. Penso che questo stato psico-fisico dopo tante partite gioca un ruolo importante. Servono grandi sforzi per fare le cose fatte in precedenza. Provare il piano ‘B’ o il piano ‘C’, potrebbe essere la soluzione per la prossima partita. Spero che la squadra non sia concentrata troppo sul Derby. E’ importantissima, ma prima c’è il Panathinaikos. Io sono preoccupato per come ho visto la squadra di oggi. Non per la Roma. Manca una settimana, che servirà per sciogliere i nodi.”

 

Hernanes, problema? “Dopo un risultato compromesso, ho fatto una scelta per non rischiarlo, visto che non era al 100%”


0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy