PRIMAVERA – Lombardi-gol e la Lazio vola

PRIMAVERA – Lombardi-gol e la Lazio vola

È la Lazio la prima semifinalista del Campionato Primavera. I biancocelesti non sbagliano e centrano il primo obiettivo delle Final Eight: battono il Torino per 1-0, gol di Lombardi, e accedono alla semifinale di mercoledì 5 giugno alle 21 contro il Chievo che ieri sera ha piegato per 2 a…

È la Lazio la prima semifinalista del Campionato Primavera. I biancocelesti non sbagliano e centrano il primo obiettivo delle Final Eight: battono il Torino per 1-0, gol di Lombardi, e accedono alla semifinale di mercoledì 5 giugno alle 21 contro il Chievo che ieri sera ha piegato per 2 a 1 la Juventus ai tempi supplementari (gol decisivo di Ekuban al 108’). Molti i supporters biancocelesti che sono accorsi a Città di Castello a far sentire il loro calore alla squadra. Tanto spettacolo e grande voglia di vincere sono stati i protagonisti del primo match nei quarti di finali. Il Torino parte meglio, ma nella ripresa la Lazio tira fuori la grinta e porta a casa il risultato. «Il gol? – afferma Lombardi, autore della rete del vantaggio – È uno dei più importanti che ho realizzato. Tutta la squadra ha offerto una prestazione maiuscola e nel secondo tempo abbiamo tirato fuori la vera Lazio. I crampi? Non potevo abbandonare un match così importante».
I biancocelesti devono fare a meno degli squalificati Tounkara e Keita, Lombardi e compagni non li fanno rimpiangere. Dopo soli cinque minuti, Cataldi dal limite dell’area prova il tiro, ma la palla si spegne di poco a lato. La Lazio vuol far sua la gara e da sùbito cerca il vantaggio. Incisivo il pressing dei biancocelesti e i granata soffrono i ritmi alti, commettendo molti falli pericolosi al limite dell’area. Ma i ragazzi di Bollini non riescono ad approfittarne. Dopo i primi dieci minuti il Torino inizia a rendersi pericoloso, Strakosha salva tutto in più occasioni. I biancocelesti soffrono terribilmente sui calci piazzati e al 24′ Rozzi è costretto a lasciare il campo a causa di un problema muscolare. Prova a dare un segno di ripresa la Lazio con un ispirato Cataldi ma manca di un soffio l’appuntamento con la rete.
I biancocelesti subiscono il pressing granata, soprattutto sulle fasce e non riescono a reagire in modo concreto. A fine del primo tempo Vilkaitis compie un salvataggio miracoloso. L’intervallo carica i ragazzi di Bollini. Lombardi va vicino per ben due volte alla rete e al terzo tentativo riesce a regalare il gol del vantaggio biancoceleste con un violento destro incrociato in corsa. Il Torino accusa il colpo e tenta una timida reazione con Diop, ma la sua conclusione è debole e Strakosha non ha problemi. Alla mezz’ora del secondo tempo, Gyasi ha suoi piedi l’occasione del pareggio ma la difesa laziale compie un miracolo. Cataldi vuole il raddoppio, purtroppo non inquadra la porta. Ci prova Parigini ma la mira non è ottima. Doppia occasione di Diop per riportare il Torino in corsa per le semifinali, prima spara alto solo davanti al portiere e poi sbaglia un rigore in movimento. I granata non riescono a rimontare il gol subito e la Lazio è la prima squadra ad approdare in semifinale. «Non è stata – afferma Bollini – una partita spettacolare ma mi sento di fare un elogio ai miei ragazzi: ci hanno messo il cuore e la grinta».

Fonte: Il Tempo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy