PRIMAVERA – Una Lazio che scalda il cuore dei tifosi

PRIMAVERA – Una Lazio che scalda il cuore dei tifosi

FORMELLO – Un sabato bestiale. Temperature siderali e pioggia fitta che non ha alcuna intenzione di smettere. Per la Lazio piove sul bagnato e dopo pochi minuti il vantaggio è proprio del Bari. Tifosi gelati dal freddo e dalle prospettive influenzate anche dal raddoppio dei pugliesi che non lasciano ben…

FORMELLO – Un sabato bestiale. Temperature siderali e pioggia fitta che non ha alcuna intenzione di smettere. Per la Lazio piove sul bagnato e dopo pochi minuti il vantaggio è proprio del Bari. Tifosi gelati dal freddo e dalle prospettive influenzate anche dal raddoppio dei pugliesi che non lasciano ben sperare i biancocelesti che questa volta hanno schierato anche un fuori quota: Giuseppe Sculli. L’attaccante calabrese, ai margini della prima squadra, ha dato una mano agli uomini di Alberto Bollini che, però, correvano particolarmente più veloci del classe ’81. Eppure il suo gol arriva e firma un pareggio tanto cercato soprattutto dall’allenatore.

 

E’ suo, infatti, il merito di una vittoria in rimonta che scalda gli animi del pubblico che non ha mai abbandonato gli spalti nonostante le avversità meterologiche. I cambi sono non solo giusti ma anche coraggiosi. Il cambiamento di modulo all’inizio del primo tempo è cò che porta la Lazio a cambiare completamente marcia e trovare, dopo il pareggio, anche la vittoria. Una vittoria di cuore arrivata all’ultimo respiro. Due gol nei minuti di recupero di una partita che è iniziata come peggio non poteva ed è finista anche meglio delle aspettative. Un sabato che non si dimenticherà facilmente, proprio come ogni maledetto sabato. Quei fine settimana che solamente la Lazio primavera sa regalare. Quattro a tre: tanti gol, tanto spettacolo e cuore immenso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy