Rifinitura in vista dell’Apollon Limassol. Show di Keita, Perea scalpita.

Rifinitura in vista dell’Apollon Limassol. Show di Keita, Perea scalpita.

di Mirko Borghesi FORMELLO – Ultima seduta di rifinitura per la Lazio che si appresta ad affrontare l’Apollon Limassol. Una gara fondamentale sulla via della qualificazione in virtù della classifica che recita: Trabzonspor 7, Lazio 5, Apollon 4, Legia 0. Dopo il primi 15 minuti aperti ai media con la…

di Mirko Borghesi

FORMELLO – Ultima seduta di rifinitura per la Lazio che si appresta ad affrontare l‘Apollon Limassol. Una gara fondamentale sulla via della qualificazione in virtù della classifica che recita: Trabzonspor 7, Lazio 5, Apollon 4, Legia 0. Dopo il primi 15 minuti aperti ai media con la consueta fase di messa in moto atletica con pallone, i biancocelesti si sono ritrovati agli ordini di Vladimir Petkovic che ha distribuito i fratini al fine di mettere in scena una partitella a campo ridotto con le porticine. Un esercizio volto ad accelerare la fase di possesso palla in cui i capitolini sono apparsi lenti ultimamente.

 


FORMELLO 6 NOV di cittaceleste

Questi i due schieramentii:

Squadra 1 – Crecco, Cana, Cavanda, Gonzalez; Ledesma, Candreva, F.Anderson; Perea, Klose

Squadra 2 – Konko, Novaretti, Radu, Ciani; Onazi, Hernanes, Keita; Ederson Floccari.

Le prove tattiche hanno avuto inizio circa 20 minuti dopo con l’arrivo nel primo gruppo di Marchetti e nel secondo di Berisha. Per la cronaca spicciola la gara è terminata col punteggio di 2-3, reti di Onazi, Gonzalez, Perea, Keita (2). La probabile formazione, dopo un’ora abbondante di lavoro, e vedendo gli allenamenti dei giorni precedenti, dovrebbe essere questa:

Berisha; Cavanda, Novaretti, Ciani, Crecco; Onazi, Hernanes; Felipe Anderson, Ederson, Keita, Perea.

Nonostante Konko e Radu si siano allenati, infatti, è più probabile che non vengano rischiati anche in virtù della prossima trasferta di Parma.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy